2018Formula 1

Formula 1 | Williams imposta il progetto 2019 su nuove basi

Il team Williams vuole cambiare approccio per il nuovo progetto, nella speranza di non ripetere gli errori di quest’anno

Topics

Il 2018 della Williams si sta rivelando la peggior stagione dell’era ibrida per la squadra di sir Frank. Lance Stroll ha racimolato solo 6 punti, quando siamo ormai a fine stagione, mentre l’acerbo Sirotkin ne ha messo in cascina solo uno a Monza. Per questo il team sta mettendo a punto la monoposto 2019 seguendo basi diverse rispetto al progetto FW41 di quest’anno.

Il team Williams sta indagando cosa è andato storto questa stagione e, nella speranza di non ripetere gli stessi errori nel 2019, sta lavorando per cambiare le basi su cui costruire il nuovo progetto. “Il modo in cui ci stiamo approcciando al 2019 è diverso rispetto a quest’anno – ha commentato Sergey Sirotkin, attuale pilota Williams senza però il contratto per l’anno prossimo – Speriamo di evitare i problemi avuti questa stagione e godere di una migliore performance. Non voglio creare false aspettative, ma mi sembra di vedere dei passi avanti nel progetto 2019 rispetto a quello 2018. Non voglio dire che col nostro nuovo approccio torneremo al top, ma di sicuro abbiamo imparato la lezione dopo i risultati di quest’anno”.

Lo ha confermato anche Paddy Lowe, ex tecnico Mercedes ora impegnato alla Williams: “Non è mantenendo inalterate le cose che si fanno passi avanti. Dobbiamo cambiare approccio, questa è la realtà. Non c’è garanzia che così faremo meglio, ma ci dà fiducia”.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Altri articoli interessanti

Back to top button