2018Formula 1

Formula 1 | Gil De Ferran: “Voglio vincere, ma al momento non è possibile!”

Il nuovo team principal della McLaren, Gil De Ferran, ha spiegato come sta vivendo la difficile situazione del suo team

La situazione della McLaren sta mettendo a dura prova i nervi del nuovo team principal Gil De Ferran. Si espresso cosi il sostituto di Eric Boullier: “Sono un concorrente e quindi vorrei vincere, ma al momento non è possibile e questo mi fa arrabbiare. Sono costretto a mettere da parte il mio spirito di competizione e mantenere disciplina e fermezza. Ma credetemi, dentro di me ho tanti sentimenti forti, voglio vincere.”

Indubbiamente alla McLaren le motivazioni non mancano, peccato che quelle contino fino ad un certo punto. E’ un momento al limite del tragicomico quello che sta vivendo il team inglese. Dopo tre anni passati a criticare Honda e a millantare di avere il miglior telaio, quest’anno col passaggio al propulsore Renault è arrivata la disatrosa prova del nove. Basti pensare che in Giappone Alonso e Vandoorne sono stati i più lenti, dietro anche alla Williams. Uno dei problemi della McLaren è stato quello di avere difficoltà nell’utilizzare la galleria del vento, perchè diverse cose erano osservabili solo in pista. Per questo la stagione nonostante non fosse iniziata nemmeno troppo male è proseguita seguendo una parabola discendente. Proprio a causa della difficoltà a sviluppare la vettura. A riguardo De Ferran ha aggiunto, “Non sai mai al 100% come si adatterà la macchina alle varie condizioni, non sai mai come si adatteranno i vari aggiornamenti.”

“A Suzuka il risultato finale non è stato eccezionale, ma gli ultimi due fine settimana sono stati buoni dal punto di vista operativo. Il nostro team strategico sta facendo un buon lavoro nel massimizzare ogni piccola opportunità che arriva sulla nostra strada, ma non sempre arrivano. I piloti stanno bene, se riusciamo a trovare un po più di ritmo possiamo essere a caccia. Sono rimasto abbastanza deluso dal nostro ritmo nelle qualifiche, ma mi sono sentito più positivo in gara”, ha concluso il team principal brasiliano. De Ferran ha inoltre detto che per loro il Gran Premio degli Stati Uniti è una gara speciale. Saranno in grado di raggiungere la top ten?

Topics
Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, ho 17 anni e frequento il quinto liceo scientifico di Campobasso. Sono cresciuto con una grande passione per i motori, che è sfociata in un amore viscerale per la massima competizione motoristica, la Formula 1. A farmene innamorare un certo Fernando Alonso, pilota che tifo dal 2013!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close