2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Francia

Formula 1 | Terzo motore Honda in Francia per la Red Bull

Il terzo motore Honda verrà introdotto sulla Red Bull prima del Gran Premio di Francia, secondo il quotidiano olandese De Telegraaf

Topics

La Honda parte all’attacco per il Gran Premio di Francia che ci sarà la prossima settimana, infatti Max Verstappen e Pierre Gasly utilizzeranno il terzo motore del costruttore giapponese, con l’obiettivo di ridurre il gap con Mercedes e Ferrari. La Red Bull aveva già assicurato all’inizio della stagione che loro non avrebbero badato alle eventuali penalità ottenute, in ottica di ridurre il gap e quindi fare dei grandiosi passi in avanti. Anche se ci si aspettava che a Milton Keynes montassero il nuovo motore Honda per il Gran Premio d’Italia, secondo il quotidiano olandese De Telegraaf, la sua introduzione avverrà prima del GP di Francia.

Questa mossa comporterà una penalità per Max Verstappen e Pierre Gasly. Oltre al motore, la Red Bull sta preparando anche importanti aggiornamenti per l’appuntamento al Paul Ricard. A Montreal si è capito che a Milton Keynes hanno bisogno di migliorare per affrontare Mercedes e Ferrari ed è per questo che si lavora. In casa Honda hanno visto come la Renault si è distinta sul circuito di Gilles Villeneuve e questo li ha portati a reagire immediatamente. “Non è un segreto che dobbiamo progredire, ma lo sapevamo già all’inizio dell’anno, quindi non è un grosso shock, credo nel nostro progetto con Honda e stiamo lavorando sodo per migliorare le prestazioni” ha così dichiarato Max Verstappen a riguardo.

“Con più potenza e un migliore bilanciamento della monoposto, può essere tutto molto diverso”, ha così proseguito a riguardo. Un discorso simile è stato anche fatto dal direttore tecnico della Honda, Toyoharu Tanabe, alla fine del Gran Premio del Canada, dopo un risultato condizionato principalmente dalla difficile qualifica. “Abbiamo lasciato il Canada con tre vetture nei punti, ma non con il punteggio desiderato dopo una difficile qualifica di sabato, dobbiamo lavorare per migliorare e ottenere risultati migliori il prima possibile, dato che ora stiamo per raggiungere le nostre prime gare consecutive in Francia ed in Austria”, ha così affermato il giapponese.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button