2016Curiosità dalla F1

Formula 1 | Taffin: “La nuova power unit Renault arriverà il prossimo anno”

Nonostante le rimangano ancora 21 gettoni disponibili, la Renault ha annunciato che non introdurrà alcuna nuova specifica della propria power unit fino a fine campionato. Dunque, la versione introdotta a Monaco sarà usata per tutto il resto della stagione.

A dirlo è Remi Taffin, capo dei motoristi Renault. Non è la notizia migliore, in vista della seconda parte di campionato, per i due team (Red Bull e Renault) che utilizzano la power unit francese. Lo stesso team Renault si trova in grave difficoltà sul fronte delle prestazioni, visto che Magnussen e Palmer ormai vengono costantemente eliminati in Q1 (è accaduto anche oggi nelle qualifiche in Ungheria).

Intervistato sull’argomento, Taffin ha dichiarato: “La prossima grande evoluzione della nostra power unit è prevista per la prima gara del 2017. Nella seconda parte di questa stagione, continueremo a lavorare sulla specifica di cui disponiamo adesso, cercando di ricavarne il massimo. Ma non ci sarà una nuova specifica del nostro motore, entro la fine dell’anno”.

Taffin, comunque, si dice soddisfatto dei progressi compiuti dalla Renault in questa stagione, dopo le difficoltà sofferte lo scorso anno. Già a Melbourne, la power unit Renault risultava ampiamente migliorata rispetto al 2015, grazie all’utilizzo di sette gettoni durante l’inverno. Poi è stato speso un altro gettone in Bahrain, per una piccola evoluzione. Ma il più grande progresso è giunto a Monaco, dove la Renault ha portato una power unit ulteriormente aggiornata, che ha richiesto l’utilizzo di tre gettoni. In totale, la Casa francese è arrivata a spendere 11 gettoni. Ne rimanevano a disposizione 21, ma per la prossima evoluzione bisognerà attendere, appunto, il 2017.

In ogni caso, il passo avanti compiuto con l’ultima specifica introdotta dalla Renault è stato evidente, tanto che il miglioramento è quantificabile in mezzo secondo al giro.

“Finora abbiamo lavorato bene – ha dichiarato Taffin -. Con la nuova specifica ci sono stati dei buoni progressi. Siamo contenti del nostro rendimento, considerando anche che veniamo da una stagione difficile. Ma c’è ancora tanto lavoro da fare”.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close