DichiarazioniGran Premio Ungheria

Formula 1, Sebastian Vettel dedica la gara a Jules Bianchi

È stato un Gran Premio ricco di emozioni e ricordi toccanti, il primo a distanza di una settimana dalla scomparsa di Jules Bianchi. Il mondo della Formula 1 ha voluto ricordare a modo suo il pilota francese, deceduto in ospedale una settimana fa a causa dei postumi dell’incidente che lo ha mandato in coma lo scorso 5 ottobre. E la Ferrari, della quale famiglia Jules era un vero componente grazie alla Driver Academy, non poteva fare un regalo più grande alla famiglia di Bianchi, presente all’Hungaroring.

«Ovviamente questo primo posto la dedico a Jules Bianchi – ha commentato a caldo Sebastian Vettel, vincitore della corsa – È stata una settimana davvero difficile e anche l’omaggio che gli abbiamo tributato prima della partenza è stato piuttosto commovente. Dall’inizio mi sono reso di avere il passo giusto per farcela, peccato solo per Raikkonen. Avremmo potuto fare doppietta poi però ha accusato un problema alla power unit e si è dovuto ritirare. Martedì, il giorno del funerale, è stato uno dei più complicati della mia vita. Oggi è stata invece una grande soddisfazione. Il Motorsport può essere fantastico e crudele in pochissimo tempo».

Un GP di Ungheria che si è mostrato essere una passerella per il quattro volte iridato, se non fosse stato per l’ingresso della safety-car al 44esimo giro: «L’entrata della Safety Car nella seconda parte di gara non ci ha certo aiutato, è stato un momento di confusione, ma ce l’abbiamo fatta. Per fortuna che Rosberg non ha montato le Soft, perché sarebbe stato difficile difendere la posizione, ma alla fine anche con le Medium abbiamo mostrato di avere un buon passo», ha concluso Vettel.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.