2019DichiarazioniFormula 1

Formula 1 | Robert Kubica: prime sensazioni positive sulla Williams

Il venerdì di Robert Kubica, pur con le solite difficoltà a cui deve far fronte la sua Williams, è stato a detta del polacco positivo rispetto agli ultimi due Gran Premi

Che Robert Kubica non abbia peli sulla lingua abbiamo avuto modo di capirlo ancora meglio in questo inizio di campionato. in ogni sua dichiarazione è sempre uscito il suo vero lato da uomo, prima che da pilota. Senza giri di parole, ha sempre detto ciò che pensava, senza bugie e dichiarazioni di facciata che, soprattutto nel circus, spesso fanno da capolino. Che la situazione in Williams era tragica l’abbiamo visto da Barcellona, e Robert Kubica lo ha sempre ammesso. Piaccia o non piaccia, questo atteggiamento dimostra la grandezza umana del ragazzo.

Robert, come dopo ogni sessione di prove, ha parlato del lavoro svolto con il suo team, e per la prima volta quest’oggi ha rilasciato dichiarazioni che fanno ben sperare, sia i suoi tifosi che i tifosi del glorioso team inglese. Che la strada da intraprendere sia ancora lunga e tortuosa è innegabile, così come è da stupidi non considerare la probabilità che questo progetto sportivo fallisca ancor prima di prendere piede. Oggi Robert ha visto uno spiraglio di luce. Non significa niente, direte, anche giustamente, voi, ma dai piccoli passi iniziano le risalite.

Sento la macchina si un po’ diversa dagli ultimi due fine settimana, quindi è un buon segno“, ha detto Kubica nel paddock di Shanghai. “Ora dobbiamo analizzare i dati e capire cosa molto la vettura e sembra che stia rispondendo in modo diverso“.
Dichiarazioni chiare e precise. Dal punto di vista della comunicazione sono perfette. Se da una parte è soddisfatto dei progressi, dall’altra sa che di lavoro da fare ce n’è tantissimo e che la strada è in salita: una salita molto ripida.

Topics
Pubblicità

Andrea Barilaro

Mi chiamo Andrea, ho 21 anni, abito a Milano e sono uno studente universitario. Ho una passione enorme per Formula 1 fin da piccolo, e negli anni questa passione è diventata sempre più grande. Il sogno è quello di far diventare questa passione un lavoro in futuro: ho iniziato a scrivere i primi piccoli articoli già a 10 anni, e col passare del tempo ho sempre dedicato molto tempo a questa passione. Il primo ricordo di Formula 1 che ho risale al gran premio di Monza del 2007, quando andai all'autodromo per la prima volta con mio padre a vedere la gara, e da quel momento non ho più abbandonato questo meraviglioso sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close