Formula 1

Formula 1, proposta schock per il ’17: Un Gp anche al sabato

La Formula 1 si prepara a riunirsi venerdì prossimo in uno dei lussuosi hotel presenti all’interno dell’areoporto londinese di Heathrow per discutere della “Formula 1 che verrà” nel 2017. I punti all’ordine del giorno saranno tantissimi. A partire dal cockpit chiuso fino al nuovo pacchetto aereodinamico che dovrebbe far scendere i tempi sul giro di ben 2″, passando per tanti altri dettagli tecnici quali motore indipendente, gomme più larghe, ecc. Ma non ci si fermerà solo ai dettagli tecnici.

Il, cosiddetto “strategy group“, dovrà anche pensare a un format più accattivante dato che il Circus è, oramai da anni, in preda alla psicosi da “alto gradimento” e teme che lo spettacolo offerto non sia soddisfacente per il pubblico davanti alle tv (in particolare le pay-tv). La proposta schock sarebbe quella di dividere i Gp in due manche, proprio come avviene in Gp2, con la prima delle due manche da effettuare durante la giornata di sabato. Inutile dire che per venerdì prossimo si prevede un meeting piuttosto infuocato anche a causa di queste proposte. Tuttavia, i sospetti che la riunione possa concludersi con un niente di fatto vanno al di là delle proposte riguardanti il formato dei Gp e includono anche le modifiche tecniche che dovrebbero essere apportate a partire dal 2017.

Pat Symonds, per esempio, sostiene che la portata di novità e modifiche di cui si dovrà discutere venerdì prossimo è tale da prevedere una serie di discussioni che difficilmente verranno gestite nel poco tempo a disposizione e che sarebbe più saggio rinviare queste modifiche al 2018. Anche perchè le nuove regole andranno ratificate entro il 1 marzo. Anche il nuovo sistema di cockpit chiuso, ideato dalla Mercedes, il modello “Halo“, pare essere in discussione. Altri team vorrebbero portare altri modelli e la FIA sarebbe costretta ad esaminarli tutti. Il tempo, insomma, stringe e le proposte in ballo sono tante; buona fortuna a tutti.

Giuseppe Lucera

Mi chiamo Giuseppe Lucera, ho 35 anni e sono un docente d'inglese specializzato sul sostegno. Sono da sempre appassionato d'automobilismo. Seguo di tutto, dalla F1 alla 24 ore di Le Mans, passando per i rally e, anche, gli slalom locali. Grande appassionato di kart, quando posso, mi diletto in competizioni riservate ai kart 4t

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button