2016PirelliTest Formula 1

Formula 1 | Pirelli, Paul Hembery: “Vogliamo effettuare i test al caldo”

Nella settimana appena passata, la Pirelli ha svolto una sessione di test con la Mercedes, con i pneumatici che vedremo nella stagione 2017. Nella giornata di mercoledì, Nico Rosberg ha compiuto 60 giri, mentre Pascal Wehrlein ne ha compiuti 31. In entrambi i giorni, i test erano ostacolati dal tempo, e da qui Paul Hembery torna a chiedere la possibilità che almeno una delle due sessioni di test pré-campionato venga organizzata in Bahrain.

“Ovviamente il clima ha ostacolato lo sviluppo, ed era prevedibile in questa parte dell’anno in Europa. Lo stesso clima, che potremmo trovare nei primissimi mesi del prossimo anno, ecco perchè siamo a favore nel poter svolgere una sessione di test con un clima caldo nel 2017, prima dell’avvio del campionato.” – ha così dichiarato il Direttore di Pirelli Motorsport.

Non tutti i team sono d’accordo con Christian Horner della Red Bull, aperto ad un compromesso ma non ad un test pré-stagionale in Bahrain.

“Nelle prime quattro gare, troveremo un clima piuttosto freddo, come a Melbourne, in Cina, in Bahrain visto che la gara è in notturna e anche in Russia. Per questo una probabile e sensata soluzione potrebbe essere quella di rimanere in Bahrain dopo la gara di Aprile, anziché fare il test a Barcellona a metà stagione. In Bahrain tutti avranno già le attrezzature e il personale su quel circuito,” ha così spiegato Paul Hembery.

Ora vedremo se gli organizzatori riusciranno ad accogliere la richiesta di Paul Hembery e la Pirelli, per poter sviluppare e preparare al meglio il Campionato del Mondo di Formula 1 2017.

 

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close