2018Formula 1Mercato Piloti F1

Formula 1 | Per Toto Wolff occorre la terza vettura per dare spazio a giovani piloti

Toto Wolff sta provando in tutti i modi a trovare un sedile ad Esteban Ocon per il 2019, ma al momento sono poche le chance. E’ quindi necessario introdurre la terza macchina per ogni team?

Topics

Dopo il passaggio di Daniel Ricciardo alla Renault e di Norris e Sainz alla McLaren, Esteban Ocon sta seriamente rischiando di rimanere a piedi per la prossima stagione. Ecco perchè il suo vero boss, Toto Wolff, durante il weekend di Monza ha proposto di introdurre una terza vettura per ogni team, da affidare ai propri giovani piloti. Secondo il team principal della Mercedes, questo tipo di soluzione garantirebbe il posto ai prodotti della propria Academy, senza il rischio di dover elemosinare un sedile chissà dove. Inoltre sarebbe una soluzione chiaramente più economica rispetto alla creazione di uno Junior Team, come Red Bull ha fatto con Toro Rosso.

L’idea della terza macchina era stata già più volte discussa in passato, ma poi sempre costantemente accantonata. A riguardo stavolta si sono espressi anche i colleghi di Wolff. Chris Horner, per esempio, apprezza la proposta ma sostiene che sia molto difficile da attuare, E’ una bella idea, ma all’atto pratico, come durante i pit-stop per esempio, tre vetture da gestire sono complicate. Sarebbe poi indispensabile un’allargamento della zona punti, perchè i tre top team con tre vetture ipotecherebbero le prime nove posizioni, lasciando libero al resto del gruppo, salvo ritiri, soltanto il decimo posto ovvero un misero punticino.

Sulla linea di Chris Horner, anche Zak Brown che dice: “Quella della terza vettura è una bella idea ma poi come le gestisci? Penso ci sia abbastanza spazio sulla griglia, ma non tutti riuscirebbero a permettersi una vettura aggiuntiva ed a quel punto la soluzione non sarebbe più equa.” Completamente contraria, invece, Claire Williams, che afferma: “Noi non siamo a favore di questa soluzione, è un’altro passo nella direzione sbagliata!”. Staremo a vedere come andrà a finire questa vicenda. Sta di fatto che dopo aver perso Pascal Wehrlein, altro giovane talento scuola Mercedes, Toto Wolff non ci sta a perdere anche Esteban Ocon. Dieci team sono troppo pochi? Può darsi, ma il vero problema è che il Dio denaro non ha scrupoli e come al solito si mandano a casa talenti preferendo assegni da svariati zeri…

Topics
Continua la lettura

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, ho 17 anni e frequento il quinto liceo scientifico di Campobasso. Sono cresciuto con una grande passione per i motori, che è sfociata in un amore viscerale per la massima competizione motoristica, la Formula 1. A farmene innamorare un certo Fernando Alonso, pilota che tifo dal 2013!

Aspetta! C'è dell'altro!