DichiarazioniFormula 1

Formula 1 | Nico Rosberg: “Hamilton è naturalmente più talentuoso rispetto a Schumacher”

Nico Rosberg in una recente intervista confronta i due pluricampioni del Mondo, Hamilton e Schumacher, nonché suoi ex compagni in Mercedes

Nico Rosberg, Campione del Mondo di Formula 1 2016, intervistato da Auto Motor und Sport ha fatto un confronto tra i piloti più titolati della storia del Circus, Lewis Hamilton e Michael Schumacher, riconoscendo nel britannico un talento più naturale rispetto al tedesco.

Lewis Hamilton è stato l’ultimo compagno di squadra di Rosberg in Mercedes, prima dell’addio di Nico alla Formula 1 al termine della stagione 2016, dopo avere conquistato l’agognato titolo. L’ex pilota tedesco ha affermato che il talento naturale di Lewis è la chiave delle sua qualità di pilota.

“Lewis probabilmente ha un talento naturale poco più elevato rispetto a Michael. Ha uno dei più grandi talenti naturali che abbia mai visto nel nostro sport, e questo fa la differenza”, ha spiegato Rosberg parlando alla rivista tedesca.

Schumacher ha portato qualcosa in più, in quanto ad etica del lavoro. Invece a Lewis le cose vengono in modo molto facile, oserei dire naturale. È istinto il suo, talento puro. Michael doveva invece fare affidamento anche ad altre qualità” ha aggiunto.

Negli ultimi anni di carriera, quando è stato pilota Mercedes, Rosberg ha avuto modo di ritrovarsi entrambi i pluricampioni del Mondo come compagni di squadra. Nel corso dell’intervista il figlio di Keke ha parlato della sua esperienza vissuta accanto a Schumacher prima ed Hamilton poi, svelando che quando all’inizio della sua avventura col team di Brackley venne a sapere che il 7 volte iridato avrebbe condiviso il box con lui, la cosa lo fece spaventare.

“Mio padre aveva sentito che Mercedes voleva creare una propria squadra. Inizialmente correre accanto a Michael  mi spaventava un bel po’. Mi chiedevo: ‘Posso competere con lui?’ Michael era un guerriero e tutti i giorni dopo essermi svegliato pensavo ‘Come posso fare per battere il mio compagno?’”.

“Dopo che sono riuscito a far meglio di Michael, arrivò Lewis, che conoscevo dai tempi del kart. Di sicuro, non era tanto uno sconosciuto rispetto a Michael”, ha concluso l’iridato 2016.

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close