Curiosità dalla F1

Formula 1, McLaren al lavoro per migliorare carburante e olio

La McLaren Honda non potrà lottare per il Mondiale col Mercedes e Ferrari, è un dato di fatto. Eppure anche a seguito dei notevoli miglioramenti che hanno visto protagonista la MP4-31 già dai test invernali del Montmelò, non si può di certo dire che a Woking stiano con le mani in mano. Nel 2016 la McLaren avrà il compito di far dimenticare a tutti la fallimentare stagione 2015 e possiamo dire che la scuderia inglese si stia muovendo sulla strada giusta. Basti pensare che l’anno scorso Jenson Button chiuse in 11esima e ultima posizione il Gran Premio d’Australia a oltre due giri dal vincitore mentre Kevin Magnussen, che aveva preso il posto dell’infortunato Alonso, non riuscì nemmeno a partire a causa di un guasto al motore.

Da quando i motori V6 Turbo hanno fatto il loro ritorno in Formula 1, le scuderie cercano di trarre miglioramenti dalle monoposto in qualunque area possibile, anche quelle maggiormente inesplorate. Con l’uso del carburante limitato in gara non sono stati pochi i team che hanno iniziato a lavorare sul piano dell’efficienza per migliorarne la combustione e quindi la prestazione, magari graffiando pochi centesimi giro dopo giro.

L’obiettivo della McLaren Honda è quello di tornare protagonisti in Formula 1, tornare a vincere e c’è da scommetterci che tra Woking e Sakura lavoreranno senza sosta fino a quando non riusciranno ad appagare i propri intenti. In previsione delle prossime gare, e in particolar modo dell’avvio della stagione europea, il prossimo 1° maggio in Russia, la McLaren ha iniziato a lavorare su carburante e olio per migliorare la performance generale della MP4-31: «Speriamo di fare almeno un paio di aggiornamenti a livello di carburante e siamo in attesa anche di alcune migliorie per quanto riguarda l’olio – ha sottolineato Bruce Crawley, Global Motorsport Technology Manager per Mobil1- È un aspetto sul quale stiamo lavorando proprio in questo momento e continueremo a farlo per il resto della stagione».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio