2019DichiarazioniFormula 1

Formula 1 | Max Verstappen: “Il punto per il giro veloce? Non ne vedo i benefici”

Max Verstappen ha dichiarato che il punto addizionale per il giro veloce farebbe soltanto aumentare il gap tra i top team e le altre squadre

Da quest’anno, come sappiamo, è stata introdotta la regola per cui chi fa il giro veloce in gara fra i primi dieci classificati ottiene un punto extra. Nelle quattro gare corse finora il giro veloce è stato ottenuto da Vallteri Bottas in Australia, da Charles Leclerc in Bahrain, da Pierre Gasly in Cina, e nuovamente da Charles Leclerc in Azerbaijan.

I pareri riguardo questa novità del punto addizionale sono però discordanti. A detta del pilota della Red Bull Max Verstappen questa regola sarebbe solo disfunzionale, in quanto non farebbe altro che aumentare ancor di più il divario in termini di punti tra i top team e tutte le altre scuderie.

Il problema è che la maggior parte delle volte i tre top team (Mercedes, Ferrari e Red Bull) se avranno un problema su una delle loro macchine a un certo punto o magari una macchina sarà solo un po’ più lenta, possono sempre fare un pit stop perché il gap da quelli dietro sarà sempre molto grande”, ha spiegato Max Verstappen in un’intervista a RaceFans.net.

Continuare a dare un punto ai top team rende solo ancora più grande il gap dai team dietro”.

Non vedo i benefici di questa regola perché non appena uno dei primi due sta prendendo il punto, il pilota che è in sesta posizione si ferma a fare il pit stop, e così quella squadra non otterrà il punto”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Lewis Hamilton che, nonostante non sia contrario alla regola del punto addizionale, dichiara che non è una cosa a cui pensa quando è in gara.

Non ci ho pensato”, ha detto il cinque volte campione del mondo a Baku. “In queste quattro gare, abbiamo capito cosa succede di solito verso la fine della gara, se qualcuno ha una sosta gratuita, si ferma e si prende il punto”.

Quindi mi concentro soltanto sull’ottenere il massimo dei punti in gara. Non penso che per me il punto extra sarà un obiettivo per il resto dell’anno”, ha concluso Lewis Hamilton.

Bisogna dire però che la regola del punto extra sta quantomeno aggiungendo un po’ di “suspence”, soprattutto in gare in cui magari la vittoria della corsa non è mai stata in discussione.

Un parere favorevole arriva infatti dal boss sportivo della Formula 1 Ross Brawn, il quale ha dichiarato che il sistema del punto addizionale sta avendo un impatto positivo.

Topics
Pubblicità

Luca Brambilla

Studente universitario all'università di Trento. Redattore presso F1world.it. Appassionato di giornalismo, cinema e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close