2019Formula 1

Formula 1 | Ancora discussioni tra i team per la deadline 2021

La Formula 1 si divide: mentre sembrava esserci l’unanimità sul porre ottobre come data di scadenza per la firma dei regolamenti 2021, c’è qualcuno che sembra pensarla in modo differente

Topics

Ne abbiamo parlato nei giorni scorsi della nuova deadline posta per il mese di ottobre volta a prendere una decisione definitiva circa il nuovo regolamento 2021 della Formula 1. Mentre sembrava esserci l’unanimità, da Renault si dicono ancora fedeli alla data di giugno.

“Prima si decide (il nuovo regolamento n.d.r.), più le squadre più grandi hanno risorse per dividere il loro lavoro, mettendo effettivamente più risorse su di esso, anticipando quelle più piccole” – ha detto Chistian Horner, team principal Red Bull.

“Se guardi a questo, probabilmente il momento migliore per fissarla sarebbe dicembre, ma allora i piccoli team avrebbero sostenuto di non aver abbastanza tempo per poter reagire. Ottobre è effettivamente un compromesso tra fine anno e giugno, quindi siamo d’accordo. Penso che ci sia la sensazione che ottobre sia un compromesso ragionevole.”

“Tra le squadre c’è stata l’unanimità. Penso che l’unica fosse la Renault, ma credo che abbiano accettato alla fine.”

Proprio da casa Renault arriva la replica di Cyril Abiteboul, direttore del reparto Formula 1 della casa francese: Vediamo davvero la fine di giugno come giusta scadenza” – ha dichiarato. “Questa è una scadenza necessaria per lo sport, per gli OEM e per tutti i team, abbiamo bisogno di sapere cosa ci riserva il futuro per iniziare a fare piani di conseguenza”.

Anche Toto Wolff, team principal della scuderia campione del mondo, ha espresso la propria opinione in merito: “C’è bisogno di una decisione unanime di tutti i team, non saremo noi a far saltare il banco” – ha detto Wolff. “Personalmente ho due pensieri, ma probabilmente vorrei sostenere Chase, Ross e Nikolas.”

“Il trucco è che, per ottenere buoni regolamenti, c’è bisogno di tempo sufficiente. Questo è un dato di fatto, deve essere tutto molto chiaro e scritto il più precisamente possibile ciò che viene deciso. È difficile perché ci sono così tante matasse da sgomitolare, che si tratti di ridistribuzione dei premi in denaro o del limite di spesa, delle norme tecniche e sportive ed il tutto sta procedendo lentamente.”

“Ci piacerebbe farlo prima o poi e questo è l’obiettivo comune di tutte le parti interessate coinvolte”.

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Back to top button