Formula 1

Formula 1 | Mattia Binotto alla Mercedes? La scuderia nega l’offerta

La Mercedes nega di aver fatto un’offerta per il capo degli ingegneri della Ferrari Mattia Binotto, dopo le ultime voci del paddock

Dopo la fine del mondiale 2018 di Formula 1 non sono solo le voci sul mercato piloti ad aver movimentato il paddock, ma anche dei rumor che hanno visto come protagonista Mattia Binotto.

Si vocifera, infatti, che Binotto possa passare alla Mercedes già a partire dal prossimo anno, anche se la scuderia tedesca ha smentito qualsiasi affermazione a riguardo.

Il presunto scoop potrebbe derivare probabilmente dal rapporto complicato che Binotto sembrava avere con il team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene: un rapporto complicato che, secondo alcuni media italiani, avrebbe decretato l’addio a Maranello in direzione Mercedes o Renault.

Alla domanda sul possibile interesse della Mercedes su Mattia Binotto, Toto Wolff ha negato qualsiasi offerta, spiegando che l’obiettivo principale del team è attualmente quello di far crescere i giovani tecnici che ora lavorano a Brackley.

Wolff, inoltre, ha sottolineato che Binotto è certamente un grande ingegnere, ma ha voluto precisare come la squadra sia già a un altissimo livello grazie alla guida di James Allison.

Tuttavia, nonostante la stima e il rispetto mostrati nei confronti del proprio team, Wolff è consapevole del fatto che a partire dal prossimo anno Aldo Costa vestirà i panni del nuovo consulente, per cui l’intero team di ingegneri dovrà essere seguito con la massima accuratezza, per far sì che la Mercedes possa puntare ancora al successo.

Aldo Costa non è solo un collega ma anche un amico, dato che non abbandona la Mercedes: una squadra è una struttura dinamica. Per questo dobbiamo far crescere i giovani, offrire loro opportunità e responsabilità. La Formula 1 si evolve a una velocità pazzesca e la cosa che mi piace di più è che nessuno lascia la Mercedes mosso dall’odio“.

In casa Mercedes quindi non sembrerebbe esserci aria di nuovi arrivi, ma certamente c’è la volontà di far crescere il team, dando più spazio ai giovani in vista di un futuro sempre più roseo per la scuderia.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.