Formula 1

Formula 1 | La nuova Ferrari si chiamerà SF90

Il nome è un omaggio ai 90 anni dalla fondazione della Scuderia, avvenuta nel 1929. La nuova Rossa verrà svelata domani alle 10.40 e domenica scenderà in pista a Barcellona per il filming day

Dopo un inverno turbolento, che ha visto l’addio dell’ex team principal Maurizio Arrivabene, domani la Ferrari svelerà, alle 10.40, la vettura che prenderà il via nel Mondiale 2019. Il giornalista Leo Turrini, proprio oggi, ha offerto un’informazione in anteprima, che riguarda il nome della nuova monoposto di Maranello. La Rossa del 2019 si chiamerà SF90, nome che il nuovo capo Mattia Binotto ha scelto per omaggiare i 90 anni dalla fondazione della Scuderia, avvenuta nel 1929. La nuova denominazione, quindi, non si discosta troppo da quelle precedenti, SF70H nel 2017 ed SF71H lo scorso anno. Nella nuova sigla, notiamo però che manca la H (che stava per “Hybrid”), presente nelle denominazioni precedenti.

La presentazione della SF90 avverrà a Maranello. Subito dopo, la monoposto verrà spedita a Barcellona, dove il prossimo lunedì scatteranno i primi test pre-stagionali, della durata di otto giorni complessivi (in due periodi di quattro giorni ciascuno). La nuova Ferrari compirà però i suoi primi chilometri prima dell’avvio dei test, visto che domenica, come hanno già fatto altre monoposto, scenderà in pista per il filming day.

Sarà la Ferrari del nuovo corso targato Mattia Binotto, con la coppia Vettel-Leclerc che si preannuncia scoppiettante e il nuovo main sponsor Mission Winnow che sta facendo discutere, tanto che le autorità australiane (proprio a Melbourne si terrà il primo GP) stanno indagando sulla legalità nello sponsorizzare questo tipo di marchio, che non è legato in modo particolare al tabacco ma appartiene comunque all’universo Philip Morris. Proprio il nuovo main sponsor, secondo indiscrezioni delle scorse settimane, potrebbe portare a un rosso dalla tonalità più scura sulla livrea Ferrari, simile a quello ammirato sulla Rossa del 2008. Ma solo a metà mattinata di domani scopriremo se sarà davvero così.

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio