2019Curiosità dalla F1Formula 1

Formula 1 | La Danimarca ci spera, anche senza il benestare di Copenaghen

La Danimarca non perde le speranze di ospitare una gara di Formula 1 in futuro, nonostante debba rinunciare ad ospitarla a Copenaghen

Topics

La Danimarca non demorde e non perde la speranza di ospitare una gara di Formula 1 in futuro, nonostante il recente scioglimento della società incaricata di promuovere l’evento a Copenaghen. Nel 2017, la capitale danese ha messo in moto l’idea di ospitare una gara del Circus, che si sarebbe svolta per le sue strade. Tali piani si stavano concretizzando all’inizio di quest’anno con il CEO della Formula 1 Chase Carey, che aveva un’idea positiva di questo progetto. Sfortunatamente, il governo locale di Copenaghen ha inferto un duro colpo alle prospettive dell’evento a settembre.

Infatti il sindaco della città, Frank Jensen ha affermato che, l’idea “comporta troppo rischio” per la città e i suoi abitanti. L’atteggiamento negativo dell’autorità locale ha portato allo scioglimento nel mese di novembre, della società che era stata fondata per promuovere la Formula 1 a Copenaghen. Tuttavia, l’ex ministro del governo Helge Sander, che si è occupato dell’organizzazione per portare la Formula 1 a Copenaghen, insiste sul fatto che altre città hanno espresso il loro interesse nel prendere il testimone dalla capitale della Danimarca.

“L’atmosfera positiva attorno alla Formula 1 ha naturalmente indotto altri comuni a reagire. Se un progetto sufficientemente interessante emerge altrove in Danimarca, dovrebbe essere naturalmente preso in considerazione, a condizione che siano soddisfatte le condizioni pratiche, sostenibili ed economiche pertinenti. Abbiamo dovuto riprenderci dallo shock di quell’annuncio fatto dal sindaco, ma dobbiamo accettare che al momento non è possibile organizzare una gara di Formula 1 a Copenaghen, anche se ho ricevuto messaggi positivi quasi quotidianamente, nonostante tale annuncio”, ha così affermato Sander a Ekstra Bladet.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti

Back to top button