2018Formula 1

Formula 1 | Futuro elettrico per Esteban Ocon?

Esteban Ocon proverà un’auto elettrica del Trofeo Andros a Isola 2000. Il francese assisterà anche all’ultima gara a Parigi

Nonostante l’essere considerato uno dei talenti più cristallini della Formula 1, Esteban Ocon non sarà ai nastri di partenza del prossimo campionato in qualità di pilota titolare. Il francese, che svolgerà il ruolo di riserva per la Mercedes nel 2019, potrebbe decidere di passare all’elettrico.
L’ex pilota della Racing Point Force India si metterà alla prova in un test a bordo di una delle vetture elettriche del Trofeo Andros, prima del prossimo round della serie che si svolgerà a gennaio sulle Alpi.

Proprio la settimana scorsa, Esteban Ocon era presente alla gara che si è disputata ad Andorra per supportare Dorian Boccolacci, pilota della Formula 2, che corre nella categoria Elite del Trofeo Andros e che, assieme all’attuale riserva della Mercedes, alcuni anni fa ha condiviso l’esperienza all’interno del programma riservato ai giovani della Lotus. Esteban Ocon proverà un’auto elettrica a Isola 2000 e sarà una macchina facente parte della classe nella quale Aurelien Panis ha vinto il titolo la scorsa stagione: “Proverò una vettura elettrica ma non accadrà in gara. Questo semmai lo potremmo pensare più avanti – ha raccontato il pilota francese – La settimana scorsa ho deciso di venire ad assistere il mio amico Dorian Boccolacci perché siamo piloti, ci piace il Motorsport e ci manca durante l’inverno. Sarò anche a Parigi per la gara finale dello Stade de France a febbraio“, ha concluso.

Ed è vero: il Trofeo Andros piace ai piloti ed ex della Formula 1. Se Alain Prost si è aggiudicato il titolo della categoria in ben tre occasioni, diventando uno dei driver più vincenti del Trofeo Andros, più recentemente Romain Grosjean nel 2014 prese parte alla tappa dell’Alpe d’Huez della serie.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close