Formula 1

Formula 1, Jules Bianchi aveva firmato con la Sauber!

Testing F1 Jerez de la Frontera, Spain 28-31 January 2014

Probabilmente, ora come ora, sono solo inutili rivelazioni. Ma come sarebbe cambiato il futuro di Jules Bianchi se non fosse stato vittima di quel tremendo incidente lo scorso 5 ottobre? Nella stagione 2015 di Formula 1, il 25enne di Nizza avrebbe dovuto guidare la Sauber, aveva un contratto. Questo è quello che ha riferito l’ex manager della HRT, Colin Kolles, durante un’intervista alla TV austriaca Servus sulla faccenda accaduta a Van Der Garde. Secondo al ricostruzione, Bianchi avrebbe apportato al firma sul contratto attorno alle ore 12.00 di domenica, prima di salire in macchina, con pieno supporto della Ferrari. Poi il destino, non si è mostrato benevolo nei confronti del pilota francese, protagonista dell’ormai noto spaventoso incidente: «Esiste un contratto fra Jules e la Sauber firmato a mezzogiorno della domenica». Sempre secondo Kolles, il passaggio di Bianchi, ex punta di diamante della Ferrari Driver Academy, dalla Marussia alla Sauber, sarebbe servita in particolar modo per appianare i debiti di quest’ultima data la partnership di Jules con il Cavallino Rampante.

Ma le novità non finiscono qui. In base a quanto ha confessato l’ex HRT, la squadra svizzera aveva promesso il volante della C34 a ben sei piloti: oltre ai titolari, Felipe Nasr e Marcus Ericsson, la Sauber aveva stipulato contratti anche con Giedo van der Garde, Jules Bianchi, per l’appunto, Adrian Sutil ed Esteban Gutierrez che, grazie ai suoi numerosi sponsor messicani avrebbero dato una mano alla situazione economica della scuderia.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio