2018Formula 1

Formula 1 | Jackie Stewart: “Abbiamo bisogno di piloti giovani, nuovo sangue”

Secondo l’ex pilota di Formula 1 avere piloti giovani in pista serve per stimolare l’ambiente e rendere più interessanti le gare

Topics

Nonostante ci si appresti ad affrontare l’ennesima e importante rivoluzione regolamentare, l’ex pilota di Formula 1 Jackie Stewart ha le idee ben chiare su come sia possibile ravvivare la categoria: portare nel Circus tanti e nuovi Max Verstappen per dare linfa nuova a questo sport.
Il britannico è dell’idea che far debuttare piloti giovani in Formula 1, un po’ come è stato per l’attuale driver olandese della Red Bull, potrebbe essere di fondamentale importanza per alzare il livello di competitività in pista.

Abbiamo bisogno di piloti giovani, di linfa nuova. Guardiamo al caso di Max Verstappen. Quando è arrivato in Formula 1 ha un po’ scombussolato gli equilibri, rendendo tutto più imprevisto e interessante. Indubbiamente lo sport ne ha giovato, è diventato più stimolante e anche più persone hanno iniziato a guardare i Gran Premi di Formula 1 – ha raccontato l’ex pilota ai colleghi di F1 Fan Voice – Però dobbiamo anche ammettere che è difficile che un giovane debutti con le possibilità di Verstappen, trovandosi per le mani le risorse necessarie che gli hanno permesso di emergere fin da subito.
Sarebbe interessante che più multinazionali fossero interessate alla Formula 1, che investano in questo sport. Credo che più case automobilistiche dovrebbero essere presenti nella categoria e sostenere i giovani che provano e riescono ad affermarsi tra i migliori“.

E proprio nel 2019 faranno il loro debutto da piloti ufficiali in Formula 1 George Russel, attuale campione del mondo in carica di F2, che il prossimo anno correrà in Williams al fianco di Robert Kubica; Lando Norris che ha preso il posto di Vanddorne in McLaren e lavorerà a stretto contatto con Sainz JR mentre sulla Sauber finalmente tornerà a correre un pilota italiano, Antonio Giovinazzi. Il pugliese, che avrà l’opportunità di potersi confrontare con Kimi Raikkonen, permette al tricolore di tornare a sventolare sulla griglia di partenza di Formula 1 a distanza di otto anni dall’addio alla Categoria di Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Altri articoli interessanti

Back to top button