2018Formula 1

Formula 1 | Il sistema del punteggio non cambierà a breve

Non c’è l’unanimità tra i team principal: la discussione slitta, con buona pace di Liberty Media

Topics

Tra le varie proposte per la Formula 1 del futuro c’era la possibilità di variare il sistema d’assegnazione del punteggio, ma senza unanimità dei team pare proprio non se ne farà nulla.

Non pochi team principal si sono detti contrari, tra cui Gunther Steiner della Haas: “Per quanto mi riguarda, il divario di un punto non sembra sufficiente. Questo perché, fra il settimo e l’ottavo avremmo il gap di un punto, così come fra il 14° e il 15°. Perciò non credo che sia la giusta proporzione. Ritengo che bisognerebbe ragionarci sopra ulteriormente”.

Nelle intenzioni di Charlie Whiting la riforma sarebbe dovuta entrare in vigore molto presto: “È stato discusso, ma questa non era una modifica pensata per il 2021, piuttosto una cosa che se tutti avessero accettato sarebbe potuta essere operativa già dal 2019. Tuttavia, non c’è stato accordo“.

È una grande decisione”, ha invece sottolineato Ross Brawn. “Se dovessimo cambiare dovremmo fare in modo che possa durare almeno per i prossimi 10 anni”. Quindi team e Liberty Media hanno deciso di andarci piano”.

La testata tedesca Auto Motor und Sport aveva riportato lo scorso luglio riportato che il sistema di punteggio sarebbe stato modificato in modo da premiare i primi quindici classificati anzichè i primi 10, e la distribuzione sarebbe dovuta essere la seguente: 25-20-18-16-14-12-10-8-7-6-5-4-3-2-1.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button