DichiarazioniFormula 1

Formula 1 | Hulkenberg sulla monoposto 2019: “Le problematiche sono quelle del 2018”

Nico Hulkenberg, dopo un inizio di stagione difficile anche causa affidabilità della Renault, ha parlato della monoposto 2019 e dei suoi aspetti negativi

L’inizio di stagione della Renault, fino a questo momento, non è sicuramente come ce lo aspettavamo sia noi, che ovviamente i vertici del team. Dopo un 2018 chiuso in quarta posizione, le premesse per questa stagione volevano un Renault si quarta forza, ma più vicina rispetto allo scorso anno alla Red Bull. Con una stagione ancora lunga davanti a noi, è già però il momento di tirare le prime somme, derivate dalle prime due gare. I sei punti che conta la Renault, gli unici finora in campionato, sono stati portati a casa dall’ottima prestazione australiana di Nico Hulkenberg.

Il talento tedesco, ormai garanzia per il team, ha evidenziato in un’intervista le diverse criticità che presenta la RS19, e molte delle quali sarebbero simile a quelli che erano i punti deboli nel 2018. “Penso che l’aerodinamica ed il telaio siano le componenti sulle quale dovremmo concentrarci di più. Abbiamo lavorato durante l’inverno ma abbiamo ancora problemi simili al 2018. Sento che è lì che dobbiamo davvero concentrarci e trovare qualcosa per migliorarci”, ha dichiarato Hulkenberg.

Ben più soddisfatto invece della componente motoristica, ritenuta da Hulk molto valide, considerando i problemi in qualifica in Bahrain un caso isolato: “Ovviamente nelle qualifiche del Bahrain abbiamo avuto un problema al motore. Ci mancava velocità ma penso che sia stato un caso straordinario: il nostro motore è migliorato molto“, ha detto Nico Hulkenberg.
Problemi ben più seri e gravi per Abiteboul sono rappresentati dall’affidabilità. Il Weekend in Bahrain può, deve e avrà fatto sicuramente riflettere. I punti lasciati indietro sono già tanti, e mai come quest’anno ogni singolo punto sarà fondamentale nella lotta per la quarta posizione, con Haas competitiva e McLaren sempre più decisa a far bene.

Andrea Barilaro

Mi chiamo Andrea, ho 21 anni, abito a Milano e sono uno studente universitario. Ho una passione enorme per Formula 1 fin da piccolo, e negli anni questa passione è diventata sempre più grande. Il sogno è quello di far diventare questa passione un lavoro in futuro: ho iniziato a scrivere i primi piccoli articoli già a 10 anni, e col passare del tempo ho sempre dedicato molto tempo a questa passione. Il primo ricordo di Formula 1 che ho risale al gran premio di Monza del 2007, quando andai all'autodromo per la prima volta con mio padre a vedere la gara, e da quel momento non ho più abbandonato questo meraviglioso sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio