2018Formula 1

Formula 1 | Horner: “Max Verstappen? Punto di riferimento ingiusto per Gasly”

Christian Horner pensa che Pierre Gasly debba prima ambientarsi nel clima Red Bull e poi tentare di attaccare Max Verstappen

Il team principal della Red Bull Christian Horner pensa che sia “ingiusto” aspettarsi che il nuovo pilota Red Bull dal 2019 inizi a sfidare il compagno Max Verstappen, ma afferma che il team ha dei grandi piani per lui.

Dopo il mancato rinnovo di Daniel Ricciardo con la Red Bull (alla quale l’australiano ha preferito la Renault), il team anglo-austriaco è riuscito a raggiungere un accordo col pilota francese Pierre Gasly, che prenderà così il posto del pilota australiano facendo coppia con Max Verstappen.

Il giovane pilota francese, attualmente alla Toro Rosso, deve ancora concludere la sua prima stagione intera di Formula 1, ma ha già dimostrato abbastanza per approdare alla casa madre con brillanti prestazioni in alcune gare. Christian Horner non mette in discussione il potenziale del pilota, ma dubita che Gasly possa subito lottare con Max Verstappen: “Penso che sarà una nuova sfida per Pierre, ma è pronto. E’ maturato dallo stesso programma di Max ed è qui perché crediamo che sia il miglior talento emergente e che meriti questa opportunità. Quindi ci aspettiamo grandi cose da Pierre il prossimo anno”.

Ma alla domanda di un giornalista, che gli ha chiesto se crede che Pierre Gasly possa eguagliare immediatamente il suo compagno Verstappen, Christian Horner ha subito risposto: “Penso che sarebbe ingiusto aspettarsi che lui sfidi immediatamente Max, perché deve avere il tempo di ambientarsi all’interno della squadra”.

Inoltre, il team principal della Red Bull pensa che la sfida di Pierre Gasly sarà resa ancora più emozionante e difficile dalla crescita e dall’eccezionale stato di forma raggiunti da Max Verstappen, dimostrati anche con l’ultima vittoria al Gran Premio del Messico.

Topics
Pubblicità

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 22 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi occuparsi di motorsport. Successivamente ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close