2018Dichiarazioni

Formula 1 | Hamilton: “Questo è il mio momento, ma non è finita”

Lewis Hamilton non si fida e dichiara di voler vincere tutti i prossimi appuntamenti in calendario per assicurarsi il quinto titolo in carriera

Grazie alla vittoria di Singapore, Lewis Hamilton ha abbozzato un’ipoteca al titolo Mondiale 2018, dopo che il suo vantaggio sul primo rivale in classifica, Sebastian Vettel, è salito a 40 punti, un bottino rassicurante con ancora sei gare dal termine.

Il pilota Mercedes ha cominciato la sua scalata dal Gran Premio di Germania, quando l’errore di Sebastian Vettel (che stava guidando la gara) ha favorito la rimonta di Hamilton fino alla vittoria del Gran Premio. Da lì sono arrivate quattro vittorie nei successivi cinque appuntamenti, nonostante in molti di questi la Ferrari fosse sembrata la vettura più veloce.

Ora Hamilton è in un eccellente stato di forma, dimostrato non solo dai successi ma specialmente dai GAP rifilati al compagno di team Bottas, lontano oltre mezzo secondo in qualifica sia nel GP d’Italia che in quello di Singapore e distantissimo anche in gara.

Vantaggio che non sembra comunque rassicurare l’anglo-americano che si è detto pronto a provare a vincere tutte le prossime gare in calendario per far sì che la rimonta di Vettel venga vanificata: “Mentalmente ho bisogno di vincere ogni gara, è elementare, ci saranno i fine settimana in cui saremo più forti e qualcuno come questo dove saremo indietro, tuttavia, dobbiamo credere che possiamo vincere.”

“È bello avere 40 punti di vantaggio, ma non è finita finché non lo dirà la matematica, continuerò a combattere. Ci sono ancora molti punti disponibili e posso assicurarti che la squadra non si fida, non penso che siamo stati fortunati.”

“Onestamente non perdiamo tempo a chiederci cosa fa la Ferrari, come si sente, se sono sotto pressione, felici o meno, non c’è nulla che possiamo fare per loro, tutto ciò che possiamo fare è fare il meglio che possiamo ogni fine settimana e sperare che questo è sufficiente, se non lo è, continueremo a lavorare.”

“Nella performance, l’ultima parte dell’anno è di solito quando le cose si allineano per me, la gente mi ha chiesto se ho bisogno di cambiare la mia filosofia, penso che abbiamo una filosofia fantastica come una squadra, abbiamo sorpassato una macchina che è leggermente migliore, abbiamo solo bisogno di continuare a farlo.”

Penso che abbiamo fatto meglio del previsto, il vero passo della macchina è 100 e stiamo ottenendo un 102. È una sensazione impressionante, comprendiamo sempre meglio la macchina, siamo più a nostro agio con il nostro lavoro in questo momento.”

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close