2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Singapore

Formula 1 | GP Singapore, Fernando Alonso: “E’ una piccola vittoria!”

Punti chiamati, punti ottenuti! Fernando Alonso ottiene il settimo posto e punti preziosi per il team, grazie ad una guida impeccabile. Peccato per il giro veloce soffiato da Kevin Magnussen

Topics

A Singapore la McLaren ha visto un po’ di luce alla fine del tunnel. Dopo due Gran Premi deludenti in Belgio e in Italia, il layout di Marina Bay era uno di quelli favorevoli del calendario. Fernando Alonso è riuscito ad ottenere sei punti preziosi per il team, mentre Stoffel Vandoorne si è dovuto accontentare del dodicesimo posto. Il team di Woking torna ad ottenere dei punti preziosi e guarda al Gran Premio di Russia con qualche speranza in più. Fernando Alonso a riguardo ha affermato: “Sono molto contento del settimo posto ottenuto. Di solito succede qualcosa davanti a noi, ma oggi le sei vetture che si giocavano la vittoria hanno finito la gara, quindi essere settimi dietro le prime sei vetture, è una piccola vittoria per noi. Abbiamo eseguito la corsa alla perfezione con una buona strategia, abbiamo massimizzato il vantaggio della mescola, iniziando con la mescola viola e poi abbiamo cambiato con quella gialla, e alla fine abbiamo ottenuto buoni punti per la squadra”.

“Ad un certo punto della gara eravamo anche la vettura più veloce in pista, e su un circuito così impegnativo mi rende ancora più felice. Non è stata una gara noiosa, perché avevamo ancora bisogno di aprire un varco in caso di incidente. Con la Safety Car non sapevamo quando le persone dietro di noi si sarebbero fermate, quindi anche se eravamo soli, si trattava di controllare il vantaggio. Sapevamo che quando saremmo venuti qui le caratteristiche di questa pista sarebbero state adatte per il nostro pacchetto, penso che si andrà su e giù durante il resto della stagione, dal momento che in alcune gare speriamo di essere competitivi e in altre non lo saremo poi così tanto. Sono contento di aver aiutato la squadra per il Campionato Costruttori” ha così concluso Fernando Alonso.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.