2018Formula 1

Formula 1 | Haas, Gunther Steiner: “La VF-18 ci ha sorpreso tutti. Ci riproveremo l’anno prossimo”

Haas ha chiuso la stagione 2018 in 5° posizione, grazie alla competitività della VF18, ma Steiner preferisce rimanere con i piedi per terra

Topics

La Haas ha concluso la stagione 2018, la sua terza in Formula 1, nella top 5 trovandosi nel finale a lottare con la Renault per cercare di aggiudicarsi il 4° posto in classifica costruttori, obiettivo poi sfumato. Rimane però il buon bottino di punti e le soddisfazioni per il rendimento espresso durante la stagione.

Quando mancano pochi giorni alla fine dell’anno, Günther Steiner, intervistato da Motorsport.com, traccia un piccolo bilancio sulla stagione disputata dalla sua squadra con una vettura rivelatasi competitiva, tanto da permettere ai piloti Grosjean e Magnussen di raccogliere quei punti che alla fine hanno reso possibile la quinta posizione in classifica.

Formula 1 Haas Gunther Steiner VF18 “Penso che abbiamo sorpreso molta gente. Anzi, un pochino ci siamo sorpresi pure noi. Puntavamo al sesto posto, abbiamo chiuso quinti lottando per il quarto, per cui va benissimo così. Qui sono tutti competitivi e, come ho già detto, se ci dovessimo ritrovare a combattere per qualcosa in più è ovvio che quello diventa il nostro obiettivo. Ci riproveremo il prossimo anno”, ha asserito il team principal Haas.

Nonostante la soddisfazione sia alle stelle per i risultati e la competitività dimostrata, Steiner preferisce rimanere coi piedi per terra:È bello avere una macchina fra le migliori e non penso che il nostro team non sia abbastanza buono. È tutta questione di esperienza, è normale, serve un po’ di tempo. Sicuramente abbiamo tentato di tirare fuori il massimo da questa VF-18, ma se non avessimo avuto il mezzo all’altezza probabilmente non avremmo ottenuto gli stessi risultati, nonostante l’esperienza acquisita”.

Stiamo crescendo ed imparando, bene così, altrimenti non varrebbe la pena stare qui a provarci per 20 o 30 anni. Non siamo un grandissimo team, ma credo che quello che siamo riusciti a raggiungere sia ottimo, considerando il numero di persone coinvolte. Siamo un bel gruppo,” ha aggiunto l’altoatesino.

Formula 1 Haas Gunther Steiner VF18 Come detto, la Haas ha intrapreso la sua avventura in Formula 1 soltanto tre anni fa, durante i quali è riuscita a portare risultati più o meno soddisfacenti, ma la strada è ancora lunga. Da quanto ci ha fatto vedere, sicuramente la Haas continuerà a crescere e rendersi artefice di risultati ancora migliori. Lo stesso Günther Steiner avvisa che per questo non è necessario spendere il poco denaro che hanno a disposizione, se non volessero ritrovarsi a dover tagliare.

“Penso sia meglio crescere con calma, non vogliamo buttare via i soldi come altri hanno provato a fare ingaggiando persone. È chiaro che non vogliamo fare tutto da soli, ma altri hanno agito così e la scelta non ha pagato. Serve tempo ed è l’unica cosa che al mondo non puoi comprare. Le persone sì, ma non voglio avere 200-300 persone a libro paga in un anno, quando al momento siamo in 160. Non conosciamo ancora le nuove regole del 2021, per cui non ha senso cercare di fare qualcosa, perché poi non si può più andare avanti così” ha concluso Steiner.

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, classe 1986 residente a Fermo nelle Marche. Le mie passioni sono i cavalli e la Formula 1 che seguo dall'Agosto 1998, avendo così avuto la possibilità di vedere correre un certo Michael Schumacher, che poi diventerà il mio pilota preferito, e quindi la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Negli ultimi anni, mi sono appassionata di un altro pilota, Fernando Alonso, che apprezzo molto per le sue doti di guida, talento e il suo modo di approcciare una gara, una nuova avventura impegnandosi al 100%. Il mio sogno è di poterlo incontrare un giorno.

Altri articoli interessanti

Back to top button