Formula 1Gran Premio Messico

Formula 1 | Gran Premio del Messico: 2020 l’anno dell’addio?

Il governo messicano sta valutando l’idea di non ospitare più il Gran Premio a partire dal 2020, per destinare i fondi alla realizzazione dell’opera ferroviaria Tren Maya

Non si arrestano i problemi legati ai circuiti della Formula 1: questa volta, a farla da protagonista, è il Gran Premio del Messico.

L’Autodromo Hermanos Rodríguez, infatti, si trova in una situazione molto precaria, che potrebbe portarlo a uscire definitivamente dal circus a partire dal prossimo anno. Il motivo? L’attuale governo  avrebbe intenzione di tagliare i fondi per sostenere l’evento, destinando gli ingenti investimenti al Tren Maya.

Si tratta di un nuovo progetto ferroviario che permetterebbe di mettere in comunicazioni gli stati meridionali del paese, culla della cultura Maya, da cui il nome.

La passata stagione, tuttavia, il GP del Messico ha rappresentato il miglior evento dell’anno per il quarto anno consecutivo, ma il 2019 potrebbe essere l’ultimo anno per conquistare nuovamente questo titolo.

I costi per ospitare il Gran Premio, secondo il capo del governo di Città del Messico Claudia Sheinbaum Pardo, ammonterebbero a circa 400 milioni di pesos, circa 18,28 milioni di euro: un costo a cui il nuovo governo guarda con riluttanza, soprattutto se una somma così ingente può essere investita in un’opera ferroviaria di non poca importanza.

A tal proposito, il governo ha già dato il via al tentativo di trovare un compromesso, per capire se sia possibile abbassare il costo o se sia possibile trovare un’altra soluzione, per ospitare l’evento e allo stesso tempo dare il via ai lavori della nuova rete ferroviaria.

Per il 2020 il Governo Federale ha già escluso questa opzione, perché sta destinando la maggior parte del fondo alla costruzione del Treno Maya. Per Città del Messico è molto costoso pagare 400 milioni di pesos per ospitare la Formula 1. Cos’è quello che paghiamo? Diciamo che paghiamo la Formula 1 per realizzare un Gran Premio a Città del Messico”.

Insomma, dopo le diverse polemiche che hanno caratterizzato il circus nei giorni scorsi e che minacciano l’uscita dal circus da parte di altri circuiti importanti, anche il Gran Premio del Messico potrebbe essere a rischio e la Formula 1 perderebbe un altro tassello importante.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button