DichiarazioniGran Premio Singapore

Formula 1 | GP Singapore 2016, Kimi Raikkonen: “Pista difficile ma gara interessante”

In occasione dell'ultima edizione del GP di Singapore Kimi Raikkonen riuscì a chiudere sul gradino più basso del podio, scattando dalla terza posizione

La Ferrari non può chiudere la stagione 2016 di Formula 1 non nemmeno una vittoria all’attivo. Ecco perché c’è grande attenzione per il Gran Premio di Singapore attorno al Cavallino Rampante che sul circuito di Marina Bay, ha buone possibilità di piazzare entrambi i suoi piloti sul podio. Proprio i ferraristi hanno dei bei ricordi ripensando all’ultima edizione della gara che si è tenuta nella piccola Città-Stato asiatica. Se Sebastian Vettel vinse la gara, Kimi Raikkonen riuscì a chiudere sul gradino più basso del podio, dopo essere scattato dalla terza posizione.

Assieme a Montecarlo, sicuramente quella di Singapore è una delle gare più difficili per macchine e piloti e non solo per le caratteristiche del tracciato ma proprio per le condizioni climatiche che rendono questo GP una vera e propria sfida: “La gara qui a Singapore è abbastanza impegnativa, è una pista difficile, molto lunga e il clima è caldo e umido – ha esordito Kimi Raikkonen davanti ai giornalisti – Per essere veloce devi avere una macchina che vada bene, come su qualsiasi pista naturalmente, ma su un circuito cittadino questo conta ancora di più. Non è un tracciato facile, ma la gara è sempre abbastanza interessante ed è possibile effettuare dei sorpassi“.

Nonostante le difficoltà particolari di questo appuntamento, il pilota finlandese spera di ripetersi, perché no migliorare la posizione sul podio ottenuta lo scorso anno: “E’ difficile sapere cosa ci aspetta, ma il nostro approccio è lo stesso di qualsiasi altro weekend di gara; l’anno scorso abbiamo fatto bene, ma questo non significa che automaticamente andrà allo stesso modo anche quest’anno. Da domani saremo in pista e avremo qualche idea di dove siamo – ha continuato – Finora penso che abbiamo quasi sempre tirato fuori il meglio dalla vettura: su alcuni circuiti ed in determinate condizioni facciamo più fatica, e questo può fare una grande differenza. Nel complesso penso che abbiamo bisogno di migliorare in tutte le aree per essere più veloci“.

Anche se Kimi Raikkonen è famoso per non sbilanciarsi troppo, è convinto che la strada intrapresa dalla Ferrari sia quella giusta: “Il nostro obiettivo è quello di essere lì e vincere, purtroppo quest’anno non è andata così. Sicuramente siamo migliorati rispetto allo scorso anno, ma ovviamente gli altri sono migliorati di più. Sono sicuro che stiamo facendo le cose giuste, abbiamo gente molto in gamba, ma ci manca un po’ di velocità“.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button