Gran Premio Russia

Formula 1, GP Russia 2016: l’ordine d’arrivo

Solamente gente come Mansell o come Schumacher aveva saputo ottenere quattro vittorie di fila all’inizio del campionato. Se queste sono le premesse, Nico Rosberg sta iniziando a volare incontrastato verso quello che potrebbe essere il suo primo titolo Mondiale. Il pilota tedesco della Mercedes è riuscito a salire sul gradino più alto del podio anche nel Gran Premio di Russia. Alle sue spalle si sono fermati il suo compagno di box, Lewis Hamilton, e Kimi Raikkonen con l’unica delle Ferrari arrivate al traguardo dopo l’addio di Vettel al primo giro.

Quarto e quinto posto per le Williams di Bottas e Massa seguiti da uno strepitoso Alonso che è riuscito a tornare in zona punti dopo un digiuno che durava da undici GP. Se Magnussen regala alla Renault i primi punti del 2016 grazie al suo settimo posto, Grosjean ancora una volta ha dato prova di grande costanza con una buona ottava posizione. Nella top ten troviamo anche Perez, nono, e Button, decimo. Seguono: Ricciardo (11°), Sainz JR (12°), Palmer (13°) e sempre più in uscita dalla Renault a favore di Ocon, Ericsson (14°), Kvyat (15°) che non dovrebbe essere riconfermato dalla Red Bull preferendogli Verstappen, Nasr (16°), Gutierrez (17°) e Wehrlein (18°).

GP Russia 2016: l’ordine d’arrivo

1. Nico Rosberg (Mercedes)
2. Lewis Hamilton (Mercedes)
3. Kimi Raikkonen (Ferrari)
4. Valtteri Bottas (Williams)
5. Felipe Massa (Williams)
6. Fernando Alonso (McLaren)
7. Kevin Magnussen (Renault)
8. Romain Grosjean (Haas F1)
9. Sergio Perez (Force India)
10. Jenson Button (McLaren)
11. Daniel Ricciardo (Red Bull)
12. Carlos Sainz JR (Toro Roso)
13. Jolyon Palmer (Renault)
14. Marcus Ericsson (Sauber)
15. Daniil Kvyat (Red Bull)
16. Felipe Nasr (Sauber)
17. Esteban Gutierrez (Haas F1)
18. Pascal Wehrlein (Manor Racing)

Rit. Max Verstappen (Toro Rosso) motore; Sebastian Vettel (Ferrari) incidente; Rio Haryanto (Manor Racing) incidente; Nico Hulkenberg (Force India) incidente

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button