2019DichiarazioniFormula 1Gran Premio Monaco

Formula 1 | GP Monaco 2019, Vettel: “Non mi sento tradito dal team”

Sebastian Vettel analizza le qualifiche di Montecarlo, da lui concluse al quarto posto

Topics

Non è stato un sabato facile quello di Sebastian Vettel: prima l’errore in FP3, poi le qualifiche terminate in quarta posizione, non senza qualche grattacapo.

Nelle dichiarazioni post qualifica Sebastian è molto realista: “La situazione è quella che è, dobbiamo accettarla anche se non ci piace. Non mi sento deluso o tradito dal team, loro hanno fatto un lavoro fantastico dopo che io li avevo traditi stamattina. Al momento non siamo nelle condizioni che vorremmo, quindi è facile criticare quando ti trovi così e dire che hai fatto dei pasticci. Quando sei al limite capita, quando hai più margine le cose vengono semplici, ma non è la nostra situazione attuale, forse è la situazione che hanno altri, ma loro hanno lavorato sodo per arrivare a quel punto, quindi sta a noi lavorare ancora più sodo per cercare di riprenderli“.

Il tedesco analizza poi la giornata di oggi: “Gran parte del lavoro doveva essere fatta oggi e abbiamo provato a dare tutto. È stato un peccato nella Q1 (si riferisce a Leclerc, ndr), perché eravamo tutti vicini e perdere una macchina per domani è davvero un peccato. Credo che la pista sia migliorata molto di più di quanto non ci saremmo aspettati, per poco non rimanevamo fuori con entrambe le macchine“.

“Non avevamo la velocità. Ho faticato a far funzionare le gomme e a trovare il giusto feeling con la macchina. Stamattina non ha nulla a che vedere con questa situazione, non voglio indirizzare la colpa su altri che non siano me. Nel pomeriggio devi costruire e trovare il ritmo, ma sono stato qui altre volte, quello non è un problema. Come detto fatichiamo a far funzionare le gomme e non troviamo le sensazioni di cui abbiamo bisogno. L’anteriore ad esempio oggi non funzionava, a volte funziona. Charles stamattina era contento e io anche“.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button