2019Analisi della redazioneFormula 1Gran Premio MonacoPagelle

Formula 1 | GP Monaco 2019: le pagelle

Lewis Hamilton superbo, Max Verstappen in grande spolvero, e Sebastian Vettel che ritrova il secondo posto. Ecco le pagelle del GP di Monaco

Topics

LEWIS HAMILTON: 10
In qualifica mette a segno un super giro riuscendo a battere Valtteri Bottas. In gara la squadra gli sbaglia strategia con le gomme, che a venti giri dal termine sono già distrutte. Ma lui riesce lo stesso a tenersi dietro un Max Verstappen in gran spolvero e a vincere la gara.

SEBASTIAN VETTEL: 8.5
Fa tutto quello che può con una Ferrari che al momento non va. Ottiene il massimo in qualifica, poi bravo in gara a non perdere da quelli là davanti e a giocarsela fino alla fine. Se Lewis Hamilton avesse forato quando Max Verstappen ha tentato di passarlo a tre giri dal termine, avrebbe vinto la gara. Ma la Mercedes in questo momento non sembra scalfibile nemmeno dalla sfortuna.

VALTTERI BOTTAS: 7.5
In gara è stato danneggiato da una foratura che lo ha costretto ad un doppio pit stop. Poi però non ha mai provato in tutto il resto della gara ad attaccare Sebastian Vettel. Un Valtteri Bottas un po’ più spento rispetto a quello che abbiamo visto fino ad ora in questo mondiale.

MAX VERSTAPPEN: 9
Non concede a Lewis Hamilton un momento di tregua per tutta la corsa, infiammando la gara. Alla fine tenta il sorpasso, ma non va a buon fine. Purtroppo per lui si toglie da solo il secondo posto per una sciocchezza commessa all’uscita dai box.

PIERRE GASLY: 7
Ancora lontano dal compagno di squadra Max Verstappen. Ma sta crescendo, e alla Red Bull gli danno il tempo per migliorare.

CARLOS SAINZ: 9.5
Che gara! Chiude sesto, weekend in cui fa vedere tutto il suo talento.

DANIIL KVYAT: 9
Grande prestazione anche per lui. Chiude a punti per la prima volta con la sua Toro Rosso.

ALEXANDER ALBON: 8.5
Miglior risultato per lui fino ad ora. Buon weekend per tutta la Toro Rosso in generale.

DANIEL RICCIARDO: 8
Di certo non poteva vincere come ha fatto l’anno scorso. Ma riesce ad ottenere punti con una Renault che certamente non è una Red Bull.

ROMAIN GROSJEAN: 7
Finisce decimo partendo tredicesimo.

LANDO NORRIS: 6
Un po’ più in difficoltà qui a Monaco. Ma le sue qualità le sta dimostrando.

KEVIN MAGNUSSEN: 5
Grande qualifica, in cui ottiene la sesta piazza. Poi molto male in gara, per colpa del team, chiude solo dodicesimo.

SERGIO PEREZ: 5
Gara difficile per le Racing Point e per entrambi i suoi piloti.

NIKO HULKENBERG: 4.5
Il suo compagno di squadra ottiene punti, lui chiude solo quattordicesimo.

GEORGE RUSSELL: 7.5
Finalmente una Williams che non chiude ultima o penultima! Ci mette il suo per arrivare in quindicesima posizione, manna per la Williams.

LANCE STROLL: 4.5
Gara anonima, arriva ancora dietro al compagno di squadra.

KIMI RAIKKONEN: 5
Fine settimana da dimenticare per l’Alfa Romeo. Se Kimi Raikkonen chiude solo diciassettesimo, evidentemente la macchina su questa pista proprio non andava.

ROBERT KUBICA: 5
Protagonista innocente del contatto con Antonio Giovinazzi. Da lì la gara è diventata difficile.

ANTONIO GIOVINAZZI: 5
Incidente con Robert Kubica, a Monaco chiude ultimo. Ma, come si è detto, con un’Alfa Romeo che in gara non andava. Diamogli tempo.

CHARLES LECLERC: 8
Ottimi primi giri in cui mette a segno due sorpassi pazzeschi su Lando Norris e su Romain Grosjean. Poi ci prova anche su Niko Hulkenberg, ma fora una gomma. In quei pochi giri prima del ritiro ci ha fatti divertire. Ma sappiamo tutti quello che è successo sabato durante le qualifiche. Questo weekend non è stata di certo colpa sua.

Topics
Pubblicità

Luca Brambilla

Mi chiamo Luca, ho 20 anni, e sono uno studente universitario. La Formula 1 è da sempre una delle mie più grandi passioni e non mi perdo un weekend di gara dai tempi di Michael Schumacher. Sono tifoso della Ferrari, così come nel calcio sono tifoso dell'Inter, e penso che il tifo sia qualcosa di imprescindibile per appassionarsi davvero ad uno sport. Massima oggettività però ovviamente nel momento in cui scrivo articoli. Una delle mie ambizioni più grandi è quella di diventare giornalista sportivo per poter seguire sempre da vicino la Formula 1 e poter esserne parte io stesso.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button