2018Gran Premio Monaco

Formula 1 | GP Monaco 2018, Hamilton: “Abbiamo limitato i danni, perdere soli 3 punti da Vettel è positivo”

Lewis Hamilton porta la Mercedes sul podio anche nel Principato, mentre Valtteri Bottas ha chiuso la sua gara in quinta posizione. Confermate le posizioni della qualifica nonostante problemi di graining

Topics

Con un terzo ed un quinto posto, Mercedes limita i danni sul circuito monegasco quando sin dal giovedì era chiaro come questo sarebbe stato il Gran Premio più difficile. Le due vetture del team tedesco pilotate da Lewis Hamilton e Valtteri Bottas hanno confermato i risultati delle qualifiche, nonostante aver dovuto lottare con gli pneumatici.

Un soddisfatto Lewis Hamilton “si accontenta” di perdere soli 3 punti dal primo rivale in classifica, ovvero Sebastian Vettel, in una gara tranquilla, gestita senza troppa pressione: “Faccio le mie congratulazioni a Daniel, sono davvero felice per lui. Era così vicino a vincere il suo primo Gran Premio di Monaco due anni fa, quindi è bello per lui averlo fatto ora.”

Sono contento del weekend, eravamo la terza squadra più veloce e siamo ed abbiamo sfiorato la seconda posizione. Sono contento di aver perso solo tre punti da Sebastian nella lotta del campionato. Non è stata una gara molto difficile, abbiamo solo dovuto gestire le gomme per una lunga fase di gara.”

“Non pensavo che sarebbero potuti andare così lunghi. Peccato che la gara sfortunatamente non sia stata così entusiasmante quanto lo spettacolo di Monaco offre, soprattutto perché con le prove libere non c’è un posto come questo e la pista è semplicemente epica in qualifica. Speriamo che il Canada soddisfi un po’ meglio la nostra vettura, ma sarà un’altra lotta serrata, specialmente con la Ferrari.”

Poche possibilità anche per Valtteri Bottas, che nonostante una strategia differente non è riuscito a guadagnare posizioni e si è trovato nell’ultima fase di gara sotto pressione dal pilota Force India, ma cavallino Mercedes, Esteban Ocon: “Questo è Monaco, a volte succedono molte cose, a volte non succede nulla e si ottiene una gara piuttosto tranquilla come oggi. Penso che abbiamo fatto la scelta giusta con lo pneumatico supersoft per il mio secondo stint, sembrava funzionare meglio delle ultrasoft.”

Il primo stint è stato difficile a causa del calo dei pneumatici, ma il secondo è stato davvero buono, potevo mettere pressione sulle vetture davanti. Avevo più ritmo delle macchine di fronte a me, eppure non potevo fare nulla; anche con la differenza di velocità il sorpasso era impossibile.”

“Sapevamo che il weekend potrebbe essere difficile e così è stato, ma siamo riusciti a limitare i danni. La P5 della qualifica non mi ha reso più facile e non penso che oggi avremmo potuto fare qualcosa di diverso con la macchina che abbiamo. Montreal dovrebbe essere una pista migliore per la nostra macchina, quindi speriamo in un risultato migliore in Canada.”

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.