DichiarazioniGran Premio Malesia

Formula 1 | GP Malesia 2016, Fernando Alonso: “La zona punti è sempre il nostro obiettivo”

Fernando Alonso punta alla zona punti anche se prenderà il via in ultima posizione. La McLaren ha montato sulla MP4-31 dello spagnolo una PU evoluta

Dopo la positiva gara che l’ha visto protagonista a Singapore, Fernando Alonso spera di replicare nuovamente la performance di Marina Bay per permettere alla McLaren di chiudere nuovamente in zona punti. Lo spagnolo, che prenderà il via dal fondo della griglia di partenza visto che i tecnici del team di Woking hanno deciso di montare una power unit evoluta solo sulla MP4-31 dell’iberico, si è mostrato rilassato e fiducioso in previsione delle prime prove libere che si terranno già nella giornata di domani.

Il circuito di Sepang è sicuramente uno dei preferiti di Fernando Alonso. Proprio su questa pista il pilota della McLaren, oltre ad aver vinto in tre occasioni ha anche ottenuto la sua prima pole position in carriera e il suo primo podio in Formula 1. Nonostante i buoni propositi e le novità, finire in top 3 sembra anche troppo difficile: “Avevamo aspettative parecchio alte per questo Gran Premio. Sappiamo che la gara di Sepang riserva sempre parecchie sorprese e, il fatto di poter testare il motore in Malesia ci farà affrontare il GP del Giappone e le gare a venire con maggiore sicurezza – ha commentato l’iberico – Corsa dopo corsa cerchiamo di portare in pista costanti evoluzioni e non passa gara in cui ci troviamo a provare dal venerdì alla domenica un pezzo che non siamo sicuri possa darci determinati vantaggi. Sono comunque informazioni importanti per il prossimo anno. Chiudere in zona punti sarà il nostro obiettivo, anche per il GP della Malesia. È possibile se ripensiamo alla gara di Spa-Francorchamps, dove partivo in coda al gruppo“.

Anche se hanno incontrato pareri discordanti, forse la novità più grossa della gara di Sepang è la riasfaltatura che è stata apprezzata dal pilota della McLaren: “Sarà una situazione interessante per tutti perché non possiamo sapere se il degrado sulle gomme sarà lo stesso dello scorso anno oppure se ci saranno dei cambiamenti – ha continuato Fernando Alonso – Non dovrebbero esserci però troppe sorprese visto che è la stessa tipologia d’asfalto che hanno steso anche sulle piste di Baku e del Red Bull Ring, tracciati dei quali abbiamo già raccolto informazioni quest’anno. Ci sono meno dossi e più aderenza. Vedremo in caso di pioggia quanto tempo servirà alla pista per asciugarsi“.

Quando mancano ancora sei gare alla fine del Campionato i piloti di testa, Rosberg e Hamilton, sono divisi da appena otto punti. Per determinare il Campione del Mondo della stagione 2016 di Formula 1, secondo Fernando Alonso l’affidabilità giocherà un ruolo fondamentale dalla Malesia a fine anno: “Sarà un bel duello e credo che non ne sapremo il risultato prima del GP di Abu Dhabi. A differenza della passata stagione sia Nico che Lewis sono in assoluta parità e l’affidabilità sarà davvero importante. Personalmente spero che nessuno dei due debba accusare un guasto meccanico, 25 punti al nemico sarebbero un brutto colpo“.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button