2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Italia

Formula 1 | GP Italia 2018, Verstappen: “Non mi aspetto miracoli”

Max Verstappen e Daniel Ricciardo hanno fatto segnare rispettivamente il quinto e sesto tempo nel venerdì del Gran Premio d’Italia

Topics

Seppur le aspettative non fossero alte, il venerdì della Red Bull è stato ancora una volta ad inseguire Ferrari e Mercedes, parse superiori sia sul passo di qualifica che nella simulazione di gara. Sia Ricciardo che Verstappen austriache avevano ben figurato nella sessione bagnata del mattino, ma non appena la pista è tornata ad asciugarsi non sono riuscite a mantenere il ritmo dei battistrada.

Come negli ultimi anni, per sopperire alla mancanza di cavalli il team con sede a Milton Keynes ha optato per un assetto molto scarico, favorendo le velocità massime, ma andando contro alla guidabilità in curva. I risultati dell’assetto si sono riflessi in pista, visto che è stato proprio il secondo settore, quello più guidato, il tratto dove le due Red Bull perdevano di più. Manco le ottime doti telaistiche e meccaniche sono riuscite a compensare la perdita di carico derivante dall’assetto tutto votato alla velocità di punta.

“E’ andata bene oggi, sono le stesse condizioni per tutti – ha esordito Verstappen. Fortunatamente abbiamo avuto una seconda sessione dove abbiamo potuto provare alcune cose. In qualifica con condizioni asciutte, penso che siamo troppo lenti, ma sui long run sembra meglio. Se sarà abbastanza per combattere davvero, questo non credo. Dal punto di vista della vettura, il comportamento era buono, quindi ovviamente sono contento di questo.”

“Ma questa è sicuramente la pista peggiore per noi, non mi aspetto miracoli e cercheremo di sfruttarla al meglio. Non penso sia necessario procedere con una diversa strategia di pneumatici domani poiché entrambe le mescole si sono comportate molto bene. Non mi aspetto alcun problema e dovremo solo cercare di ottenere la miglior qualifica possibile. Non so ancora se useremo il motore C-Spec domani, lo decideremo tra oggi e domani quando avremo esaminato i dati. Dobbiamo solo continuare a spingere e provare a migliorare la nostra macchina e poi vedremo dove siamo.”

Sulla stessa linea Ricciardo che ricordiamo domenica scatterà dal fondo della griglia causa sostituzione dell’intero power unit, il quale ha dichiarato: “Oggi pomeriggio siamo sembrati più competitivi sui long run, ma sul giro singolo la Ferrari è stata davvero veloce ed abbiamo ancora un grosso gap con Mercedes. Abbiamo sicuramente colmato il gap con carico di benzina che è promettente per la gara, ma c’è ancora un po’ di prestazione da trovare.”

“Ho usato per la prima volta il nuovo motore C-Spec che sembrava funzionare bene. Non sapremo davvero come si è comportato fino a quando non guarderemo i dati, ma questo pomeriggio abbiamo fatto un discreto giro con esso e speriamo che mostri dei buoni numeri. Domani probabilmente non farò molti giri ed è possibile che salterò le qualifiche visto che partirò comunque dal retro.”

“Penso che domenica avremo una macchina abbastanza buona per recuperare posizione e poi lavorare sulla migliore posizione tra i primi cinque. Ad essere onesti, è bello vedere che Marcus è ok perché è stato grande il suo incidente ed ha preoccupato per tutti noi. Ha avuto un giorno molto più duro di me.”

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti