Gran Premio Europa

Formula 1| Gp Europa 2016: anteprima e orari del weekend in Arzeibaijian

Nemmeno il tempo di festeggiare la vittoria di Lewis Hamilton, al Gp del Canada disputatosi Domenica, ecco che ci apprestiamo a seguire il Gp Europa, che si svolgerà nel weekend in Arzerbaijian sul circuito sorto tra le stradine della città di Baku.

Il Gp del Canada, ha visto trionfare Lewis Hamilton con la Mercedes davanti a Sebastian Vettel con la Ferrari e la Williams di Valterri Bottas, dopo una gara in cui è sembrato di vedere una Ferrari finalmente più competitiva rispetto a quanto visto finora, con l’ottima partenza di Sebastian che dalla terza posizione è riuscito a superare le due Mercedes e posizionarsi davanti a tutti con un buon passo, mentre le due Frecce d’Argento si sono nuovamente viste battagliare tra di loro, con Nico Rosberg che si è visto quasi buttar fuori pista e alla fine disputare la sua gara in rimonta, terminando in 5° posizione.

Ora, vediamo cosa ci aspetta il weekend di Gran Premio che ci apprestiamo a vivere, e se ci aspetta qualche colpo di scena, sorpresa… Per saperne di più, non ci resta che attendere le prime prove libere di Venerdì, quando vetture e piloti scenderanno per la prima volta in questo nuovo circuito, e vedremo come si comporteranno, tenendo conto il consumo delle gomme e le previsioni meteo che sono attese a Baku.

Il Circuito. Il circuito di Baku, è stato ricavato lungo le stradine della capitale dell’Azerbaijian, nella zona della città vecchia. È stato presentato nell’ottobre del 2014 da Bernie Ecclestone e Azad Rahimov, ministro della gioventù e dello sport dell’Azerbaigian ed inserito nel calendario del 2016.

Hermann Tilke, colui che ha progettato e realizzato molti dei circuiti dove la Formula 1 ha corso, ha realizzato anche questo circuito. Il layout è stato realizzato in modo tale da evidenziare i più bei scenari di Baku a sfondo della gara. Il circuito è lungo 6.007 m, il secondo per lunghezza dopo Spa-Francorchamps, e alterna tratti molto veloci a tratti più lenti.

Il rettilineo che passa davanti ai box è lungo 2,2 km, praticamente il doppio di quello di Monza (1.100 m), e preceduto da un tratto con curve da affrontare in pieno, ovvero la 19 e 20, che permetterà alle vetture di raggiungere velocità elevate circa intorno ai 340 km/h. Le prime 7 curve sono a 90°, mentre caratteristico è l’anello che circonda la città vecchia, caratterizzato dalle curve 8, 9 e 10, in questo punto la carreggiata è larga poco più di 7 metri, tipiche dei circuiti cittadini. Questo punto ha subito diverse critiche per il rischio di imbottigliamento in caso di contatti o guasti.

Per questo appuntamento, i team dovranno trovare un buon setting delle monoposto per mantenere velocità in rettilineo e la gestibilità delle stesse in curve particolarmente strette. Hermann Tilke ha così dichiarato al momento della realizzazione del tracciato: «Abbiamo realizzato un circuito stradale impegnativo, sul piano ingegneristico e progettistico, e che si sviluppa sull’interessante atmosfera urbana di Baku, con un mix di storia e stile del 21° secolo, con il centro storico, il lungomare e il Parlamento che fanno da sfondo alla pista. Naturalmente essendo un circuito cittadino, avrà i suoi limiti, ma abbiamo avuto la capacità di integrare caratteristiche uniche, affinché la gara trasmetta un certo fascino».

Pirelli. Il tracciato di Baku, è un circuito cittadino, con asfalto nuovo, quindi si prevede un grip basso, con la pista che tenderà ad evolversi nel corso del weekend, man mano che le monoposto scenderanno in pista. Perciò potremmo avere un consumo e degrado piuttosto bassi, e da qui la scelta delle tre mescole: P Zero White Medium, P Zero Yellow Soft e P Zero Red Supersoft.

Inoltre, la pista è piuttosto stretta e i sorpassi saranno pressoché difficili, quindi sarà fondamentale lavorare bene durante le prove libere per trovare il buon setting, in vista della qualifica dove ottenere una posizione migliore sarà fondamentale, ed elaborare una strategia efficace in vista della gara per poter ottenere un risultato soddisfacente, soprattutto in casi come questi quando non si conosce il tracciato.

Meteo: Le previsioni meteo indicano per venerdì 17 Giugno, in occasione delle Prove Libere, tempo sereno, con temperature che oscillano da 18° min a 25°C massime. Anche per la giornata di Sabato quando si svolgeranno la terza sessione di Prove Libere e le Qualifiche il tempo sarà sereno anche se il cielo potrebbe essere coperto da nuvole (temperature: min 20°C – max 25°C). Infine per domenica, e l’atteso Gp Europa, il cielo sarà sereno e con la comparsa di qualche nuvola; le temperature attese saranno tra i 20°C e 25°C.

Dopo 4 anni: Il Gp d’Europa, torna in calendario dopo ben quattro anni. L’ultima volta si disputò nel Giugno 2012 sul circuito realizzato a Valencia, lungo il porto della cittadina spagnola, ed a vincere quell’edizione fu Fernando Alonso con la Ferrari F2012, dopo una gara che sicuramente molti di noi tifosi ed appassionati si ricorderanno per molti anni, non tanto per il risultato finale, ma per la gara… in quanto il pilota spagnolo partì 11°, e dopo una gara fatta di rimonte, sorpassi, sfide indimenticabili, riuscì a tagliare il traguardo per primo, con una Ferrari che non era il massimo della competitività, rispetto alle velocissime Red Bull, e poi come non dimenticarsi la festa in pista con Fernando che a bordo della sua monoposto, festeggiò sotto le tribune con i suoi tifosi, e poi sul podio sventolando la bandiera spagnola, e le lacrime dell’allora pilota Ferrari.

Orari TV. Il weekend del Gp Europa, sarà seguito in diretta ed esclusiva sia da Sky Sport F1 HD sia da Rai Sport.

Ecco qui in dettaglio gli orari tv di entrambe le emittenti per seguire l’evento:

Venerdì 17 Giugno 2016
ore 11:00 – 12:30: Prove Libere 1 (diretta Sky Sport F1 HD e Rai Sport 2)
ore 15:00 – 16:30: Prove Libere 2 (diretta Sky Sport F1 HD e Rai Sport 1)

Sabato 18 Giugno 2016
ore 12:00 – 13:00: Prove Libere 3 (diretta Sky Sport F1 HD e Rai Sport 2)
ore 15:00: Qualifiche (diretta Sky Sport F1 HD  e Rai 2)

Domenica 19 Giugno 2016
ore 15:00: Gp Europa F1 (diretta Sky Sport F1 HD e Rai 1)

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button