Gran Premio Spagna

Formula 1| GP di Spagna 2016: Verstappen fa la storia, Ferrari sul podio

Un Gran Premio di Spagna mozzafiato quello di oggi, con le due Mercedes che si eliminano a vicenda e uno strepitoso primo posto per Max Verstappen che fa la storia al Montmelò, secondo e terzo posto per la Ferrari.

Parte benissimo Rosberg che passa il poleman Hamilton, neanche il tempo di metabolizzare lo start ed ecco che succede l’impensabile. Hamilton aggressivo, cerca lo spazio per sorpassare il compagno di squadra, ma Rosberg chiude tutte le porte, l’inglese finisce sull’erba perdendo il controllo della vettura e finendo sul tedesco: gara finita per le due Mercedes.

Dopo i primi giri Vettel e Raikkonen sono rispettivamente in quarta e quinta posizione dietro a Sainz, questo fino all’ottavo giro quando il tedesco della Ferrari riesce a passare lo spagnolo e inizia la rincorsa alle RedBull. Intanto a metà classifica Alonso è 12° mentre Kvyat 16°.

Vettel e Ricciardo iniziano ad alternarsi al comando e al rientro ai box: prima l’australiano e poi il tedesco che segna anche uno dei giri più veloci: 1’29”760. Nel corso del 22esimo Hulkenberg è costretto al ritiro a causa delle fiamme che escono dal retrotreno della sua vettura. Al 30esimo giro, Vettel segue Ricciardo ai box, i due rientrano in terza e quarta posizione e Verstappen diventa il leader della corsa seguito da Raikkonen.

Dietro ai primi quattro troviamo: Bottas, Sainz, Massa, Alonso, Perez e Gutierrez; ma al 48esimo giro sfortunatamente finisce anche la gara di Alonso, perdita di potenza per l’idolo di casa.

A guidare la fila è sempre Verstappen, tallonato da Raikkonen, il gap tra i due è di 0.478 ma il giovane pilota non accenna ad arrendersi. A dieci giri dalla fine Vettel deve fare i conti con Ricciardo, il pilota RedBull su butta dentro la curva dopo il rettilineo passa il tedesco, ma il ferrarista riprende la sua posizione e si sfoga con un nuovo colorito team-radio. Quando oramai manca un giro Ricciardo rallenta la presa su Vettel a causa di una foratura.

All’età di 18 anni Max Verstappen prende la bandiera a scacchi e vince il suo primo GP in carriera battendo ogni record e scrivendo una pagina di storia a Barcellona, tenendo testa a due campioni come Raikkonen e Vettel. Ricciardo dopo una bellissima gara è costretto ad accontentarsi del quarto posto seguito da: Bottas, Sainz, Perez, Massa, Button e Kvyat che riesce ad arrivare in zona punti alla prima con la ToroRosso; gara da dimenticare per la Haas, ritiro per Grosjean e Gutierrez fuori dai primi dieci.

Ecco la classifica del GP di Spagna:

 

Anna Polimeni

Mi chiamo Anna, ho 19 anni e vengo da Torino. La F1? la mia passione, il mio mito? Ayrton Senna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button