2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Belgio

Formula 1 | GP Belgio 2018, Max Verstappen: “Ci serve molto di più per battere Ferrari e Mercedes”

Durante la conferenza stampa del Gran Premio del Belgio, a Verstappen sono state poste domande sull’addio di Ricciardo, sull’arrivo di Pierre Gasly e sul futuro della scuderia austriaca

Topics

La Formula 1 torna in pista e la conferenza stampa del giovedì, questa volta, ha visto protagonisti numerosi piloti; tra questi, non poteva mancare Max Verstappen, indirettamente al centro delle ultime news.

Al pilota olandese della Red Bull, infatti, sono state rivolte diverse domande sull’abbandono di Daniel Ricciardo e sulle sue opinioni a riguardo:
Penso che tutti siano rimasti sorpresi, ma alla fine è contento della sua decisione e credo che questo sia l’importante. Tutti hanno dei momenti, durante la carriera, in cui si sentono frustrati o felici della propria situazione. Chiunque vuole vincere le gare e il Mondiale, ma semplicemente qualche volta non va così e devi essere paziente e lavorare duro”.

Naturalmente, a Verstappen sono state rivolte domande anche in merito al nuovo compagno di squadra, Pierre Gasly e il pilota olandese si è detto contento di avere un giovane come lui al suo fianco nel 2019.

È un grande ragazzo. Lo conosco da quando andavamo sui kart insieme. Anche all’inizio di quest’anno è stato una settimana a Monaco, è stato nel mio appartamento a giocare a FIFA alla sera, quindi abbiamo un buon rapporto e sono sicuro che sia anche molto veloce, penso che sia una buona scelta per il team”.

L’olandese ha sottolineato di non essere preoccupato della differenza di ruoli che lui e Gasly potrebbero avere il prossimo anno, ma anzi è sicuro che entrambi saranno trattati allo stesso modo, indipendentemente dalla leggera mancanza di esperienza dell’attuale pilota della Toro Rosso.

Non vedo davvero una differenza in questo senso, per il prossimo anno e di sicuro non mi sento come un leader. Cerco solo di fare il miglior lavoro possibile per il team e per me stesso, anche perché ho più esperienza di lui e cercherò di usarla a mio vantaggio”.

Per quel che riguarda le prestazioni attuali della monoposto, Verstappen ha dichiarato che il nuovo carburante ha sicuramente dato una marcia in più alla squadra, ma ha voluto precisare che questo non sarà sicuramente sufficiente per portare la Red Bull allo stesso livello di Ferrari e Mercedes.

Penso che ci serva molto di più di un semplice carburante per battere la Ferrari e la Mercedes. È sempre una buona cosa avere degli aggiornamenti, ma dobbiamo sempre spingere e non avremo dei miglioramenti per il motore, ma vedremo. Speriamo di essere un po’ più vicini”.

Uno dei miglioramenti che potrebbero essere davvero interessanti per la scuderia, ha sottolineato infine, potrebbe essere la nuova motorizzazione Honda: a tal proposito, Verstappen si è detto positivo nei confronti della nuova partnership con il fornitore giapponese e di non avere particolari preoccupazioni.

Topics
Continua la lettura

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!