2018DichiarazioniGran Premio Azerbaijan

Formula 1 | Gp Azerbaijan 2018, Lewis Hamilton: “Complimenti a Vettel, ma ci siamo avvicinati!”

Le dichiarazioni di Lewis Hamilton al termine delle Qualifiche del Gp Azerbaijan, che lo ha visto ottenere la 2° posizione con la sua Mercedes alle spalle di Vettel e la Ferrari.

Si sono svolte le Qualifiche del Gp Azerbaijan, quarta tappa del Mondiale di Formula 1 2018, e per la terza volta consecutiva Lewis Hamilton, non riesce ad ottenere la Pole Position, finita nelle mani di Sebastian Vettel ed accontentandosi del secondo posto sulla griglia di partenza.

In Bahrain e Cina, il Campione del Mondo si trovò a dover partire dietro al compagno di box Valtteri Bottas, sul circuito di Baku invece è riuscito a far meglio del finlandese. Hamilton ha lottato per tutta la Qualifica per ottenere la Pole che gli manca dal Gp Australia, e nel primo settore aveva stabilito dei tempi da record, ma nel tratto centrale della pista ha avuto qualche difficoltà ed accusare un gap di 2 decimi dalla Ferrari di Vettel senza riuscire a replicare nel terzo settore.

Al termine delle Qualifiche, nonostante il secondo tempo, Hamilton è apparso sereno e sorridente in conferenza stampa, durante la quale ha parlato dei progressi compiuti dal team ed elogiato Sebastian Vettel per l’ottimo risultato ottenuto nella giornata odierna.

Ecco le prime parole di Lewis:Sebastian oggi ha fatto un grandissimo lavoro e merita i miei complimenti. Le Ferrari anche qui a Baku hanno mostrato di essere molto veloci in qualifica e sul passo gara, mentre le Red Bull sono andate fortissime nella giornata di venerdì ma non so cosa sia successo oggi.”

Poi un pensiero ai suoi meccanici che sono riusciti a sistemare l’assetto della sua W09 in tempo per questa giornata, che gli ha permesso di poter guidare al meglio su questo tracciato: “Noi ieri abbiamo faticato ma oggi siamo riusciti a recuperare grazie al lavoro del team che nel corso della notte hanno individuato le cause dei nostri problemi e ci hanno permesso di progredire. Devo ringraziarli per il duro lavoro svolto”.

Poi Lewis dichiara che il sorriso sfoggiato è dovuto dalle prestazioni riscontrate sulla sua vettura, molte vicini alla Ferrari di Seb e il terzo posto occupato da Bottas ha portato ottimismo in casa Mercedes che hanno come obiettivo recuperare il gap con la Rossa: “Oggi la macchina era più ragionevole anche se sicuramente manca ancora qualcosa. È una situazione da work in progress, ma avvicinarsi tanto alla Ferrari è qualcosa di positivo, specie pensando che siamo entrambi vicini a Vettel e questo risultato rappresenta un’iniezione di fiducia per il team”.

Ora, per Lewis Hamilton e la Mercedes l’appuntamento in pista è per domani, quando scatterà il Gp Azerbaijan e la caccia alla prima vittoria della stagione per entrambi: “Sono molto entusiasta per la gara. Qui è difficile superare, come in quasi tutti i circuiti, ma darò il massimo”.

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close