2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Azerbaijan

Formula 1 | Gp Azerbaijan 2018, Daniel Ricciardo: “Temo l’aumento del vento”

È di Daniel Ricciardo e la Red Bull il miglior tempo nelle Prove Libere 2 del Gp Azerbaijan 2018. Qui il commento a caldo del pilota australiano sulle sue sensazioni

Topics

Dopo il miglior tempo ottenuto in questa giornata di Prove Libere del Gp Azerbaijan, quarta prova del Mondiale di Formula 1 2018, Daniel Ricciardo è sembrato a suo agio in questa pista dove lo scorso anno ottenne la vittoria e dove spera di poter ripetere l’impresa e portarsi a casa anche la seconda vittoria stagionale, dopo quella ottenuta in Cina.

Il fresco vincitore del Gp Cina, è arrivato a Baku con la voglia di tornare in macchina e scendere in pista, ansioso di mettere in mostra la sua ottima forma e quella della sua RB14. E i riscontri ottenuti sono stati più che positivi, con gli ottimi tempi ottenuti nella seconda sessione e per domani potrebbe essere uno dei candidati per la Pole Position, lanciando la sfida a Ferrari e Mercedes.

Ma è una felicità ed ottimismo un po’ contenuto, quello di Daniel sebbene senta un feeling incredibile con la vettura, il che è buono per poter affrontare al meglio un circuito cittadino come quello di Baku.

Ecco le parole del pilota Australiano, appena sceso dalla sua monoposto: “Penso che ci sarà un gruppetto in grado di puntare alla Pole, e sono certo che ne farò parte. Mi sono trovato subito molto a mio agio con la monoposto, e credo di aver guidato bene. Quando su una pista come questa senti il feeling giusto, non hai paura di commettere un errore e toccare le barriere, hai la percezione esatta di quanto puoi spingere e prendi il ritmo”.

“Di solito sulle piste a basso carico non è fondamentale avere una monoposto con un set-up perfetto, ma oggi credo che ci siamo andati vicini. L’unica cosa che temo possa peggiorare il comportamento della macchina è il vento, le previsioni dicono che aumenterà nei prossimi due giorni, ma se sarà così sarà un problema anche per tutti. Se non ci saranno grosse sorprese mi aspetto di essere lì davanti a giocarmela fino alla fine del weekend”, ha così spiegato le sue sensazione Ricciardo.

In una pista come questa, con un rettilineo molto lungo, e dopo le ultime critiche della squadra verso i motori più potenti di Ferrari e Mercedes, l’ottima performance della Red Bull e di Ricciardo è stata una sorpresa, ma lo stesso pilota è fiducioso di potersi giocare la Pole Sabato: “Ovviamente credo che in Qualifica i nostri avversari diretti tireranno fuori, qualcosa in più, ma nel secondo settore credo che potremo fare la differenza. Sarà questa la chiave per poter puntare in alto”.

In conclusione: “Nella zona più stretta del circuito oggi avevo una sensazione ottima, è un punto della pista in cui è facile commettere errori, ma è proprio quella la sfida che mi piace. E poi… anche se ci sfuggirà la prima fila credo che abbiamo una monoposto che ci consentirà di poter puntare alla vittoria Domenica”.

Topics
Continua la lettura

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, 30 anni, residente a Fermo nelle Marche. Appassionata di cavalli, e di Formula 1 fin dal 1998 quando correva il mitico nonché mio idolo Michael Schumacher con la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Un'altra mia passione si chiama Fernando Alonso, un pilota che apprezzo molto, che sogno di poter incontrare un giorno.

Aspetta! C'è dell'altro!