Formula 1Gran Premio Australia

Formula 1 | Gp Australia 2019, Anteprima: gli orari del weekend, il circuito, le previsioni meteo

Al via una nuova stagione di Formula 1 con il Gp Australia che si correrà come di consueto all’Albert Park, con esso torna l’anteprima

Gp Australia 2019, round 1° Pronti…via! Dopo un lungo inverno, mesi, settimane e giorni di attesa finalmente eccoci a Melbourne, pronti ad assistere alla prima gara della nuova stagione di Formula 1 2019, con il weekend del Gp Australia sul circuito dell’Albert Park.

Le Scuderie hanno finalmente svelato le monoposto che affronteranno la lunghissima stagione, caratterizzata da 21 Gran Premi e affidate ai piloti che dopo averle provate nei test pre-stagionali a Barcellona le scorse settimane, non vedono l’ora di tornare in pista stavolta per darsi battaglia, alla ricerca della vittoria, di risultati positivi, punti e soprattutto i titoli piloti e costruttori. L’attesa si sta facendo sempre più snervante anche per gli appassionati, che non vedono l’ora di scoprire le vere carte in tavola, le vere forze e sapere chi ha svolto un buonissimo lavoro e chi purtroppo dovrà recuperare, rimediare a prestazioni poco convincenti o caratterizzati da problemi di vario genere.

Al momento non è facile avere un quadro chiaro su chi sarà favorito per questo primo appuntamento, motivo per cui l’attesa è molta da parte di tutti. Una cosa certa, la Mercedes squadra Campione del Mondo in carica e dominatrice delle ultime stagioni, sarà la squadra da battere quindi sicuramente sarà protagonista nel weekend e nel corso della stagione. La W10 ai recenti test non ha brillato molto, sembra essersi nascosta, malgrado i tanti chilometri percorsi e qualche indicazione positiva, sicuramente in questi giorni il team di Brackley avrà lavorato per portare migliorie per presentarsi al meglio al primo appuntamento agonistico. I due piloti Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, d’altro canto non vedono l’ora di tornare in pista, a caccia del prima vittoria e difendere il titolo, con il pilota finlandese che deve riscattarsi dai pessimi risultati ottenuti lo scorso anno se vorrà salvare il proprio sedile a rischio e con la possibilità che un altro giovane e più promettente pilota possa prenderlo.

Formula 1 Gp Australia 2019 anteprimaOcchio alla Ferrari, che nei test è risultata in ottima forma e molto veloce, la nuova SF90H sembra essere nata bene e sicuramente si presenterà alla prima gara con tanta voglia di ripetere il risultato dello scorso anno, vincendo e riscattare le seconda ed ultima parte della stagione 2018 che ha visto sfumare l’obiettivo di vincere entrambi i titoli. Al volante delle Rosse, troveremo il 4 volte Campione del Mondo Sebastian Vettel e Charles Leclerc giovane pilota monegasco alla sua seconda stagione in Formula 1 e la prima da Ferrarista: entrambi vorranno fare il possibile per riuscire a portare a casa un ottimo risultato.

Nonostante le buone prestazioni viste nei test, la Red Bull che si presenta ai nastri partenza per la prima volta spinta dal motore Honda, sarà osservata in attesa di capire le sue reali forze e se il motorista giapponese abbia fatto un buon lavoro, così come i piloti Max Verstappen e Pierre Gasly.

Il Gp Australia segna il ritorno in Formula 1 ed in gara di Robert Kubica, il pilota polacco che mancava da 8 anni a seguito del gravissimo incidente accadutogli in una competizionie rallystica che gli ha provocato danni fisici, alcuni tuttora evidenti per i quali il suo team la Williams ha dovuto fare qualche modifica per poter permettere il suo pilota di sentirsi a suo agio al volante. Vedremo quello che riuscirà a fare il polacco sempre che la sua vettura glielo permetterà, visti i problemi riscontratti nei test a livello di prestazioni che ha frenato il lavoro anche al compagno di squadra, il debuttante George Russell.

Il Gp Australia è la gara di casa di Daniel Ricciardo, il pilota di Perth sarà osservato speciale, dato che farà il suo esordio con la sua nuova squadra, la Renault, dopo diverse stagioni disputate con la Red Bull.

The Albert Park Circuit La Formula 1 arriva in Australia per partecipare al Gran Premio presente nel calendario da 34 anni e le cui prime edizioni si disputarono dal 1985 al 1996 sul circuito di Adelaide, per poi spostarsi a Melbourne sul tracciato dell’Albert Park dove tuttora si corre. La stagione di Formula 1 si è sempre aperta a Melbourne, tranne in due occasioni (2006 e 2010).

Il tracciato si snoda nel centro della città di Melbourne, ricavato collegando le strade perimetrali del lago Formula 1 Gp Australia 2019 anteprimasito nel parco solitamente adibite al traffico ordinario. Fin dagli anni ’50, sul tracciato si svolgevano delle attività, ma per le varie proteste ambientaliste lo rese inutilizzabile, finché arrivò la Formula 1 che comportò la pista a subire delle modifiche, tra cui un nuovo rettilineo di partenza, box ed alcune curve, mantenendo una pista dalle medie sul giro elevate malgrado sia un circuito semi-cittadino. Il tracciato è lungo 5,3 km ed è dotato di molte curve e pochi rettilinei lunghi, quindi per questa tappa è necessario un alto carico aerodinamico, che può comportare un eccessivo consumo degli pneumatici.

Alla fine del rettilineo principale, le vetture possono raggiungere la velocità massima di circa 315 km/h prima di frenare ed affrontare la Jones, una curva sulla destra da affrontare in terza a 180 km/h e poi procedere in quarta per la Babham e da lì la curva 3, la prima di una sequenza di tre curve chiuse da affrontare con attenzione. Si prosegue poi fino alla curva 6, passando in sesta e dopo una curva a destra, si scala fino alla terza, arrivando a circa 120 km/h e poi si sale con le marce dalla quarta alla sesta per raggiungere la Lauda, una lunga curva a forma d’arco sulla destra e alla Clark, altra curva chiusa sulla destra da percorrere in seconda a 100 km/h. Al termine di una lunga curva a sinistra vicino al lago, si arriva alla Waite, sempre sulla destra da percorrere in quinta a circa 200 km/h e virando sulla destra c’è la Hill, a circa 270 km/h e la Ascari, una curva sulla destra da fare in terza che porta alla Stewart, che a sua volta porta alla Prost, seguita dalla curva 16, da fare in terza a 150 km/h che ci riporta sul rettilineo principale.

L’Albert Park ha un asfalto poco abrasivo, più sporco e scivoloso. Mancano curve per le quali occorre una buona aerodinamica e telaio, un tracciato atipico e per poter vedere le reali risorse dovremo aspettare le prossime gare. La frenata sarà un fattore importante e l’impianto sarà sottoposto a forti stress, così come la rapidità di inserimento in curva ed una buona dose di trazione per affrontare al meglio questo tracciato.

Pirelli e strategieIl Gp Australia rappresenta la gara d’esordio delle nuove mescole Pirelli, caratterizzate da tre colori (bianco, giallo e rosso) uguali per tutti i gran premi. Per questa tappa la casa milanese ha nominato C2, C3 e C4 ovvero hard, medium e soft.

L’Albert Park essendo un circuito semi-permanente, si mostrerà sporco e scivoloso ad inizio weekend, con alcuni dossi e poco grip. La maggior parte delle curve è breve, e sarà una bella sfida per i piloti nel cercare di conoscere e far lavorare al meglio i pneumatici.

Per quanto riguarda la strategia, lo scorso anno Sebastian Vettel vinse con un solo pit-stop. Strategia adottata dalla maggior parte dei piloti. Per la prima volta si useranno le nuove gomme, i piloti e team sfrutteranno le prove libere per conoscerle e capire i livelli di usura e degrado delle stesse per poter elaborare una strategia per domenica, anche se molto probabilmente sarà caratterizzata da una sosta. Inoltre, non è da sottovalutare l’ingresso della safety car, che come abbiamo visto nelle scorse edizioni, qui è molto probabile e potrà condizionare la gara. Per questo, non sarà importantissimo partire dalla pole position come avviene in altre gare. L’imprevedibilità della gara sarà legata anche dal meteo, con le previsioni che danno per certo cielo nuvoloso e asciutto.

MeteoLe previsioni meteo per il weekend Australiano, danno per certo tempo sereno nonostante la presenza di nuvole nella giornata di venerdì in occasione della prima sessione di prove libere, sabato in occasione delle qualifiche e domenica quando si disputerà la gara. In tutti e tre i giorni non è prevista la pioggia, ma un occhio costante alle previsioni sarà importante onde evitare brutte sorprese. Le temperature ambientali previste saranno tra i 17° e 28°C e umidità tra i 33% e 76%.

Orari Tv del weekendFinalmente la 70° stagione di Formula 1 sta per prendere il via con il Gp Australia e Formula 1 Gp Australia 2019 anteprimal’Albert Park a Melbourne. Ancora qualche ora d’attesa e poi si inizia con giovedì e la consueta conferenza stampa dei piloti e la sessione autografi aperta ai tantissimi tifosi che varcheranno i cancelli del circuito ed arrivare alla zona appositamente sistemata, non mancheranno iniziative organizzate da Liberty Media e dagli organizzatori locali del Gran Premio per animare e rendere più speciale questa tappa.

Poi, da venerdì a domenica (15, 16, 17 Marzo) l’appuntamento è in pista con le prime sessioni di Prove libere, Qualifiche e Gara. Per chi assisterà da casa, l’intero appuntamento sarà visibile in diretta ed esclusiva su Sky Sport, mentre TV8 mostrerà soltanto Qualifiche e Gara in differita. Per chi vorrà torna il Live di F1world che racconterà in diretta la Gara. Non dimenticatevi del fuso orario, quindi per chi seguirà in diretta ricordate di impostare la sveglia molto presto.

Qui in dettaglio gli orari Tv italiani del Gp Australia 2019:

Venerdì 15 Marzo

dalle 02:00 alle 03:30: Prove Libere 1 (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; no differita TV8);

dalle 06:00 alle 07:30: Prove Libere 2 (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; no differita TV8).

Sabato 16 Marzo

dalle 04:00 alle 05:00: Prove Libere 3 (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; no differita TV8);

dalle 07:00 alle 08:00: Qualifiche (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle 14:00)

Domenica 17 Marzo

dalle 06:10: Gara (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD e Live F1World; differita TV8 dalle 14:00)

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button