20182019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Abu Dhabi

Formula 1 | GP Abu Dhabi, Fernando Alonso: “La mia porta è sempre aperta per la McLaren!”

Fernando Alonso sa che lo attende un weekend difficile per quel che riguarda la vettura, ma sarà altrettanto emozionante perché è il suo ultimo weekend di gara in Formula 1. La sua porta sarà sempre aperta per la McLaren, anche se..

Topics

Fernando Alonso è pronto ad aiutare la McLaren anche nel 2019 e non esclude di provare la vettura su un circuito presente nel calendario del prossimo anno. Lo spagnolo vuole gustarsi il Gran Premio di Abu Dhabi, che dovrebbe essere la sua ultima gara in Formula 1 per il momento, ma si è reso disponibile ad aiutare il suo team anche per il prossimo anno. Le parole di Fernando Alonso sono una risposta all’offerta fatta da Zak Brown, che ha proposto al due volte Campione del Mondo di testare la vettura del prossimo anno per contribuire allo sviluppo del team. Fernando Alonso ammette che gli piacerebbe farlo nel caso in cui esistessero le giuste circostanze. Per questo motivo ha iniziato a parlarne seriamente con il team, per capire se può essere realmente interessato alla collaborazione che gli è stata offerta.

A riguardo ha affermato: “La mia porta sarà sempre aperta per loro”, poi con tono più umoristico ha aggiunto: “forse farò qualche sessione di prove libere come un debuttante”. Per quel che riguarda Zak Brown invece ha affermato: “So che Zak vuole che io sia vicino alla squadra, e il prossimo anno farò parte della squadra per la 500 miglia di Indianapolis. Se posso aiutare il team in qualsiasi modo, sarò più che felice. Oltre la 500 miglia di Indianapolis, dovrò anche terminare la stagione del WEC, perciò devo controllare la disponibilità che avrò. Ma se posso aiutare la McLaren, Carlos, o essere vicino al team e le condizioni mi interesseranno, accetterò. In caso contrario, cercherò di riposarmi un po’. I piani per il prossimo anno stanno emergendo a poco a poco” .

“In primo luogo c’è appunto il WEC, poi la 500 miglia di Indianapolis. Nelle prossime settimane, probabilmente si aggiungeranno altre corse. Forse con la McLaren, se Zak mi propone qualcosa di interessante, ma senza un piano molto restrittivo, perché voglio essere libero di scegliere ciò che voglio fare, non un calendario così rigido e pieno, in cui non ho una settimana libera per decidere cosa fare” ha così proseguitoInfatti, Fernando Alonso sottolinea che il GP di Abu Dhabi è un “ci vediamo dopo” perché nel 2019 rimarrà nella fabbrica di Woking per preparare il suo assalto a Indianapolis, infatti ha dichiarato: “Corro la 500 miglia di Indianapolis e sarò in fabbrica, sempre accanto al team. Non è un ‘addio’ finale, non è che non vedrò più i meccanici e gli ingegneri, anzi avremo più contatti, ecco perché è un ‘ci vediamo dopo’. Non smetterò di correre domenica, anzi pensandoci bene ho solo due o tre settimane di ferie, perché altre gare mi aspettano”.

Fernando Alonso si sta preparando per un Gran Premio che sarà particolarmente difficile per la sua monoposto. Oggi ha ottenuto il tredicesimo tempo nella seconda sessione di prove libere, ma sa che farà un passo indietro quando le squadre nella zona centrale lotteranno nelle qualifiche, perciò ha concluso affermando: “Sarà difficile, non ci sono dubbi, siamo realisti e sappiamo da dove veniamo, speriamo che domani sarà una giornata non tanto complicata, puntiamo al massimo a passare il taglio in Q2. Per quanto riguarda il programma di lavoro, abbiamo seguito la stessa linea delle gare precedenti: esperimenti in ottica 2019 nella prima sessione di prove libere ed abbiamo testato le mescole nella seconda sessione. C’è solo una sessione in cui troviamo le stesse condizioni che poi avremo in qualifica ed in gara e le informazioni raccolte sono abbastanza utili. La terza sessione di prove libere che è di giorno e sarà molto calda, la sfrutteremo per ulteriori test utili in chiave 2019”.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti

Back to top button