2019Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Australia

Formula 1 | Ferrari in sordina nel venerdì australiano

Le due Ferrari hanno chiuso con il 5^ ed il 9^ tempo le due sessioni del venerdì; setup da migliorare ma la Rossa potrebbe non aver scoperto tutte le carte

Topics

Non è stato un venerdì brillantissimo quello della Ferrari nella prima giornata sul circuito di Melbourne, specie dopo gli ottimi test che avevano posizionato la Rossa come prima pretendente alla vittoria in Australia.

Fatta questa premessa è solo venerdì e le varie mappature di motore, unite allo sconosciuto quantitativo di benzina lasciano presagire che la Rossa non abbia espresso tutto il suo potenziale, in attesa della vera prova del nove domani, in qualifica.

“Oggi è stato divertente” – ha esordito Sebastian Vettel. “Forse non eravamo veloci come probabilmente volevamo e come avremmo potuto essere, ma è venerdì, dopotutto, quindi non importa.”

“Sono sicuro che il 1° dicembre nessuno ricorderà quanto siamo stati veloci il 15 marzo! Mi manca ancora un po’ di confidenza, non è stata una giornata facilissima per noi ma probabilmente è stato così per tutti.”

Non siamo ancora dove vorremmo essere non tanto in termini di tempo sul giro, ma soprattutto per feeling e maneggevolezza della vettura. Non abbiamo ancora preso le misure a questa pista così sconnessa, ma credo che domani sarà un giorno migliore.”

“Se riusciamo a recuperare quel feeling possiamo migliorare molto sul giro secco. Alcune parti delle sessioni sono state davvero buone e da qui abbiamo deciso di iniziare a lavorare.”

“Si tratta di mettere tutto assieme e gettare i presupposti per una giornata migliore domani. La notte è lunga e i nostri ingegneri sono bravi. Sono tranquillo”.

Parole anche da parte di Charles Leclerc che imputa al vento le difficoltà della Ferrari nel pomeriggio: “È stata certamente una giornata intensa. Abbiamo provato gomme e differenti tipi di assetti e per alcuni aspetti sono molto soddisfatto.”

“La prima sessione è andata meglio della seconda, forse perché nel pomeriggio si è alzato il vento e abbiamo faticato un po’ di più a trovare i giusti punti di riferimento.”

“Dopo aver parlato con gli ingegneri, tuttavia, crediamo di aver capito dove dobbiamo migliorare e ci muoveremo in quella direzione.”

“Abbiamo un’altra sessione di prove a disposizione nella quale metteremo in pratica le soluzioni che l’analisi dei dati ci ha suggerito in modo da essere pronti per la qualifica”.

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Back to top button