2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Australia

Formula 1 | GP Australia 2019, piloti Mercedes: “Si può migliorare, ma è stato un buon inizio”

Hamilton e Bottas sono soddisfatti dei tempi registrati durante le prime due sessioni di libere, ma sono entrambi d’accordo sulla necessità di migliorare alcuni elementi in vista delle qualifiche

Topics

È subito spettacolo Mercedes sul circuito australiano: i due piloti delle Frecce d’Argento hanno chiuso la seconda sessione di prove libere in prima e seconda posizione, dopo aver conquistato il primo e quinto crono durante le FP1.

L’entusiasmo, quindi, non potrebbe essere maggiore all’interno dei box della scuderia tedesca che, nonostante si tratti solo del primo venerdì del Mondiale, sembra essere particolarmente ottimista nei confronti del Gran Premio d’apertura.

Il Campione del Mondo in carica, Lewis Hamilton, ha dichiarato di essere stato accolto meravigliosamente non solo da un meteo perfetto, ma anche dall’affetto del pubblico, che lo carica ogni volta e lo sprona a dare il meglio.

Per quanto riguarda invece la monoposto, Hamilton ha sottolineato che la nuova Mercedes sembra trovarsi in una posizione molto simile a quella testata a Barcellona, anche se naturalmente c’è ancora del margine di miglioramento.

Ci sono molte cose che possiamo ancora migliorare, ma non è stato un cattivo inizio. Quello che dobbiamo fare ora è studiare e analizzare tutto, come facciamo ogni venerdì sera. Quello che è chiaro, però, è che abbiamo due macchine che continuano a girare e nessuno di noi ha commesso errori, abbiamo tenuto le monoposto come se fossero una cosa unica, ed è questo che conta”.

Stesso entusiasmo e stessa energia sono state dimostrate anche da Valtteri Bottas, che ha dichiarato di essersi divertito durante le prime due sessioni di prove libere e di aver sentito la mancanza della pista.

La macchina era migliore rispetto ai test: non abbiamo portato molte componenti nuove, ma siamo stati in grado di ottimizzare il pacchetto che già abbiamo. È stata una buona giornata per essere il primo giorno di ritorno in ufficio, ma sappiamo che i tempi non sono importanti il venerdì”.

Il finlandese, in particolare, ha voluto mettere le mani avanti e frenare l’idea che la Mercedes sia anche quest’anno la forza dominante, trattandosi comunque solo del primo venerdì ufficiale.

Tuttavia, pur non avendo osservato nel complesso le performance delle altre scuderie, anche Bottas ha sottolineato come il team abbia ancora del lavoro da fare in vista delle qualifiche di domani, per cercare di arrivare nella miglior forma possibile.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti

Back to top button