Formula 1

Formula 1 | Ferrari 2019 con livrea più scura?

La presenza del logo Mission Winnow potrebbe portare a una livrea dal rosso più scuro, come accaduto per la Ducati GP19 presentata pochi giorni fa

L’ipotesi arriva dal portale motorionline e parla di un rosso possibilmente più scuro nella livrea Ferrari del 2019. La nuova tonalità di rosso potrebbe derivare dalla presenza sulle carrozzerie Ferrari del logo della Mission Winnow, marchio appartenente a Philip Morris. Mission Winnow è presente sulle livree delle Rosse già dal GP Giappone del 2018 e sarà il main sponsor della Ferrari per il prossimo anno, infatti la casa di Maranello è iscritta al campionato con la denominazione di ‘Scuderia Ferrari Mission Winnow’.

La scelta della Ferrari (la cui nuova vettura verrà svelata il 15 febbraio) di adottare un rosso più scuro andrebbe ad uniformarsi a quella della Ducati, che sulle carene della GP19 presentata pochi giorni fa ha sfoggiato una tonalità più scura. Anche la Ducati, non a caso, da quest’anno presenta sulle sue carene il logo Mission Winnow. Potremmo così (il condizionale è d’obbligo, in attesa della presentazione ufficiale) ammirare una colorazione Ferrari simile a quella del 2008, quando la tonalità di rosso scelta era molto scura.

Mission Winnow è un marchio legato a Philip Morris, ma non ha nulla a che vedere col tabacco. Come era stato spiegato nel paddock di Suzuka lo scorso ottobre, Mission Winnow rappresenta un’iniziativa della Philip Morris di investire in nuovi contesti, allargando gli orizzonti dell’azienda verso scienza, innovazione e tecnologia.

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button