2018Dichiarazioni dei Piloti

Formula 1 | Fernando Alonso su Boullier: “Sono stato avvisato, non consultato!”

Fernando Alonso ha smentito le voci che credevano che in casa McLaren si siano consultati con lui, prima di avviare la ristrutturazione tecnica, inoltre ha anche analizzato i problemi di prestazione della monoposto

Topics

Fernando Alonso è atterrato a Silverstone per concludere il suo intenso periodo di gare, in quello che sarà il suo quinto fine settimana consecutivo di gare tra Formula 1 e WEC, e lo fa appena un giorno dopo aver conosciuto l’inizio della ristrutturazione tecnica in casa McLaren. Il primo passo è stato il licenziamento di Eric Boullier nella giornata di ieri, una mossa per cui molti credono che la McLaren si sia prima consultata con Fernando Alonso, così oggi le domande erano incentrate sul sapere in realtà quanto c’entrasse in tutto ciò la figura dello spagnolo.

Tuttavia, l’asturiano ha negato di essere a conoscenza della partenza di Boullier prima, infatti ha affermato: “L’ho scoperto ieri, mi ha chiamato Zak e mi ha detto che Eric aveva presentato le dimissioni per porre fine al suo tempo in McLaren. Ho sempre avuto la massima fiducia in Zak e le sue decisioni in merito, sicuramente il futuro andrà bene”. Questa ristrutturazione della McLaren potrebbe variare i piani futuri di Fernando Alonso, che ha ripetuto ancora una volta che la decisione su ciò che farà nel 2019 avrà luogo a settembre.

Lo spagnolo ha ribadito che né lui né Stoffel Vandoorne sono stati consultati in merito ai cambiamenti nella direttiva Woking, ma sono stati soltanto avvisati. “Non ho molto da dire sul mio futuro. La McLaren guarda oltre la Formula 1, infatti Zak vuole espandere i confini dello sport automobilistico, quindi dopo l’estate penserò e comunicherò quella che sarà la migliore decisione per il 2019. Consulenza e segnalazione sono due parole simili ma tremendamente diverse. Sia Stoffel che io siamo stati informati della partenza di Eric e dell’eventuale sostituzione che Zak aveva nella sua testa. Noi ci fidiamo delle sue decisioni e tutti remiamo nella stessa direzione”, ha proseguito Fernando Alonso.

Inoltre, l’asturiano ha analizzato i problemi di prestazioni della MCL33 nel 2018. Non ha voluto commentare le parole di Brown in cui ha affermato che la monoposto di quest’anno ha meno carico aerodinamico rispetto alla vettura dello scorso anno. Tuttavia, la chiave per Fernando Alonso è quella di continuare ad aggiornare la monoposto ogni due gare e nelle prime dieci gare del 2018, lo hanno fatto solo in una singola occasione. Perciò ha dichiarato: “Quest’anno stiamo facendo punti, più che nel 2017, ma siamo al di sotto delle aspettative, questi cambiamenti possono farci desiderare di progredire e migliorare, a volte dobbiamo fare un passo indietro per fare due passi avanti”.

“Non so se la vettura di quest’anno abbia meno carico aerodinamico rispetto all’anno scorso. Tutte le macchine del 2018 hanno perso la carica aerodinamica con il nuovo regolamento. Stiamo cercando di recuperare a poco a poco. Più della quantità di carico, la chiave è da cercare nelle evoluzioni. Quest’anno ne abbiamo effettuata una a Barcellona molto potente, con le novità tecniche e da li siamo un po’ in stallo. Usiamo il venerdì come test, ma il resto del weekend è sempre molto simile. Abbiamo bisogno di miglioramenti come quelli di Barcellona ogni due o tre fine settimana”, ha così concluso.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti