2018

Formula 1 | Fernando Alonso non ha mai fatto ultimatum alla McLaren!

Zak Brown spera che la McLaren sarà nuovamente competitiva con la Renault nel 2018 e crede che Fernando Alonso sia un elemento motivante per tutta la squadra. Inoltre ha affermato che il pilota spagnolo non ha fatto alcun ultimatum alla McLaren

Topics

Il direttore esecutivo della McLaren Zak Brown ha commentato le sue aspettative per la nuova stagione, evidenziando anche il cambiamento di atteggiamento che il team ha avuto dopo l’ingresso della Renault come motorista. Dopo i problemi avuti in passato, la rottura della partnership con la Honda, l’ingresso della casa francese dona a loro la speranza di avere l’opportunità di lottare per le prime posizioni nei prossimi anni, un obiettivo che sia lui, che Fernando Alonso e che l’intero team britannico stanno cercando di ottenere con grande desiderio. Sulla presunta pressione esercitata dal pilota asturiano per mettere fine al contratto con la Honda per ottenere la collaborazione con la Renault, il CEO del team di Woking ha sottolineato che non è mai stato fatto alcun ultimatum.

A riguardo, in una dichiarazione rilasciata al sito GPUpdate.net ha affermato: “Ci sono state molte polemiche sul fatto che Fernando Alonso ci avesse dato un ultimatum, ma una cosa del genere non si è mai verificata! Io, lui ed il team vogliamo tornare ad essere competitivi, questo è il nostro obiettivo”. Zak Brown ha anche evidenziato la grande eguaglianza mostrata tra la casa francese con Ferrari e Mercedes, in quanto i tre motori sono stati in grado di vincere gare nella scorsa stagione. Perciò sottolinea che vi è molta fiducia nelle loro prestazioni, dichiarando: “La Renault ha grande potenziale, e seppur ha avuto alcuni problemi di affidabilità quando ha aumentato la potenza ha mostrato cose interessanti. La Renault ha un motore veloce ed è riuscita ad identificare le aree deboli per quel che riguarda l’affidabilità. Penso che in gara sia molto vicina a Ferrari e Mercedes, non riscontro un grosso deficit tra loro”.

L’americano ha ricordato che il problema principale della McLaren nel 2017 era la mancanza di potenza del motore Honda, ma ha anche sottolineato che hanno altri settori in cui migliorare, come ad esempio devono ridurre il tempo nei pit-stop, perciò ha affermato: “La Honda aveva ancora un po’ di lavoro arretrato, ma eravamo molto fiduciosi. Noi non eravamo e non siamo perfetti, dobbiamo ancora migliorare, i nostri pit-stop non erano abbastanza veloci. L’obiettivo è sempre quello di tornare al vertice, perciò ci sono alcune aree in cui dobbiamo migliorare, ma la mancanza di potenza era il nostro principale problema, quindi penso che adesso con i motori Renault vedremo una grande differenza in Australia”.

A proposito di Fernando Alonso, Zak Brown crede che lo spagnolo sia una figura molto positiva e che sia un elemento motivante per tutte le persone che compongono il team McLaren. Al momento non gli hanno promesso nulla, ma Fernando Alonso è a conoscenza del margine di miglioramento della squadra. A riguardo ha affermato: “Fernando Alonso motiva sempre tutto il team ed è fondamentale per aumentare il nostro livello. Non gli abbiamo fatto alcuna promessa, anche se sa che vogliamo tornare al vertice e che faremo di tutto per farlo, perché siamo in grado di farlo. Lui ha una grande storia con la Renault, vogliamo tornare alla vittoria, quindi i nostri interessi coincidono”.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti