2019Formula 1

Formula 1 | Carlos Sainz: “Mi sento più a mio agio con la McLaren”

Carlos Sainz spiega la diversa situazione che sta vivendo in McLaren, rispetto al suo passato in Renault

Topics

Diciotto punti in classifica, settimo nel mondiale e leadership nel team. Per Carlos Sainz è stato finora un discreto inizio di stagione, seppur con qualche ritiro di troppo. Il tutto è stato possibile grazie ad un approccio alla McLaren, migliore rispetto a quello con la Renault.

“Sin dai test mi sono sentito più a mio agio con questa vettura, rispetto alla Renault. Li ci ho messo più tempo ad abituarmi.”, ha detto Carlos Sainz. Dopo cinque anni assolutamente sottotono da parte della McLaren, quest’anno pare ci sia qualche miglioramento, anche in virtù del quarto posto mantenuto finora nel costruttori. Da parte di chi scrive, non sembrano ci siano grossi miglioramenti rispetto alle prestazioni dell’anno scorso, ma di sicuro è un grosso passo avanti rispetto al 2015/2017, annate in cui il team di Woking faceva fatica a vedere la bandiera a scacchi.

Grazie alla sua maggiore esperienza nei confronti di Lando Norris, Sainz è chiamato ad indirizzare lo sviluppo della macchina, un aspetto che o spagnolo apprezza molto.

“Penso che stiano ascoltando i miei feedback. Quando ho delle inidicazioni da dare, o delle soluzioni da suggerire ci sono delle persone che mi chiamano per sapere cosa vorrei di preciso sulla macchina.”, ha aggiunto il pilota madrileno, “Quindi sento di essere ascoltato e la macchina sta seguendo la direzione in cui ho bisogno di andare, quindi ringrazio il team da questo punto di vista, per avermi dato l’opportunità di imparare a sviluppare l’auto.”

Dunque l’ingrediente principale della maggiore costanza di rendimento da parte di Carlos Sainz, sembra essere la maggiore fiducia che il team ripone in lui. Effettivamente in Renault la prima guida era Nico Hulkenberg e la vettura era cucita attorno a lui. Ma ora in McLaren le gerarchie sono cambiate e i risultati sembrano pagare. Anche se Lando Norris, difficilmente si limiterà a far da seconda guida…

Topics
Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, ho 17 anni e frequento il quinto liceo scientifico di Campobasso. Sono cresciuto con una grande passione per i motori, che è sfociata in un amore viscerale per la massima competizione motoristica, la Formula 1. A farmene innamorare un certo Fernando Alonso, pilota che tifo dal 2013!

Altri articoli interessanti

Back to top button