DichiarazioniFormula 1

Ferrari: sì alla riduzione del carico aerodinamico nel 2021

Il team di Maranello crede che le nuove disposizioni siano indispensabili per la sicurezza delle monoposto in pista. Il forte degrado degli pneumatici la causa principale di questa decisione

La Federazione sta lavorando per ridurre ulteriormente il carico aerodinamico delle vetture per garantire una maggiore sicurezza a partire dal prossimo anno, in seguito ai problemi evidenziati dagli pneumatici a Silverstone

Per la stagione 2021, la FIA aveva già approvato una serie di misure restrittive circa il carico delle monoposto per questioni di sicurezza. La Federazione ha poi rivisto e modificato gli stessi regolamenti per far fronte alle nuove difficoltà emerse nei due GP a Silverstone riguardanti l’eccessivo surriscaldamento e conseguente degrado degli pneumatici.
Dal prossimo anno infatti, saranno possibili sviluppi aerodinamici che potrebbero mettere ancora più a dura prova le gomme. Per questo motivo, i team del Circus sono stati avvisati dell’ulteriore intervento sulle monoposto, poiché Pirelli non avrebbe il tempo materiale per creare una gomma sufficientemente resistente, che risolva gli attuali problemi di degrado. La riduzione delle pressioni è infatti solo una soluzione temporanea. Dalla Ferrari, sì alla riduzione del carico aerodinamico nel 2021.

FERRARI: SI’ ALLA RIDUZIONE DEL CARICO AERODINAMICO NEL 2021; “LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO

Il Team Principal del Cavallino Rampante ha affermato che la decisione presa dalla FIA è più che giusta; la riduzione della deportanza rappresenterà infatti una sicurezza in più per le monoposto e i piloti: “Prima di tutto, dobbiamo semplicemente ricordare che le norme aerodinamiche per il 2021 sono già state modificate nel Consiglio mondiale per ridurre il carico aerodinamico dovuto alle preoccupazioni per gli pneumatici“, ha dichiarato ad Autosport.
Inizialmente, avremmo dovuto avere i pneumatici da 18 pollici per il 2021, poi posticipati al 2022; quindi le gomme che abbiamo avuto in passato saranno quelle che utilizzeremo anche l’anno prossimo. Non c’è dubbio che, aumentando il carico, le gomme soffrono di più“, ha aggiunto l’italiano.

Come sottolinea Soymotor.com, Binotto si impegna ad affrontare la situazione in ogni modo richiesto e nega di essere arrabbiato con la decisione presa: “Capisco che Pirelli e la FIA siano preoccupate per la sicurezza e penso sia palese che le modifiche che erano già state stabilite in precedenza per il 2021 non saranno sufficienti. Dunque, faremo ulteriori modifiche all’aerodinamica per motivi di sicurezza. Non c’è nulla di cui lamentarsi in alcun modo“, ha poi concluso.

Pubblicità

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button