DichiarazioniFormula 1

Ferrari: la presentazione della monoposto 2020 avverrà a febbraio

La scuderia di Maranello ha annunciato che la nuova vettura di Formula 1 sarà svelata in anticipo rispetto alla concorrenza

La Scuderia Ferrari non ha alcuna intenzione di perdere tempo e di riposare. La squadra italiana presenterà la monoposto per la stagione 2020 con largo anticipo, per inseguire un titolo iridato che manca da un decennio

Nemmeno il tempo di salutare l’appena conclusasi stagione 2019, che le scuderie sono già pronte per dare vita al prossimpo campionato di Formula 1, prima fra tutte la Scuderia Ferrari, in cerca di rivincita dopo un anno troppo altalenante.

Infatti, durante il pranzo mediatico natalizio tenuto dalla Ferrari a Maranello, il team principal Mattia Binotto ha rivelato che molto presto potremo ammirare la monoposto 2020, con cui Charles Leclerc e Sebastian Vettel proveranno a conquistare il campionato costruttori e piloti. La data da segnare sul calendario è l’11 febbario, rendendo così la squadra italiana il primo team a svelare la vettura per la prossima stagione.

L’ingegnere italiano ha spiegato che la strategia pre-stagionale verrà rivoluzionata, per favorire il lavoro di tutti gli uomini impegnati con la monoposto e per sostenere test e modifiche prima delle prove di Barcellona, che si terranno dal 19 al 21 e dal 26 al 28 febbraio.

Sveleremo la macchina molto presto. Penso che saremo i primi a farlo. Il motivo per cui stiamo anticipando il lancio e la presentazione è che intendiamo sostenere delle prove di omologazione al banco prima di andare ad affrontare i test pre-stagionali. La monoposto verrà svelata l’11 febbario 2020. Poco dopo affronteremo un intenso programma di prove”.

UN INTENSO LAVORO PRE-STAGIONALE PER NON FARSI TROVARE IMPREPARATI AL GRAN PREMIO D’AUSTRALIA

Dunque, prima di affrontare la più intensa stagione di Formula 1 di sempre, che vanterà ben 22 round, la squadra guidata da Binotto intende prepararsi al meglio, per non farsi ingannare dalla Mercedes come avvenuto nei test del 2019.

L’anno scorso, durante le prime tornate stagionali, la SF90 sembrò la vettura più bilanciata e potente del lotto e gli uomini della Ferrari stimavano di avere circa mezzo secondo di vantaggio sui rivali. Arrivati in Australia, però, la Mercedes colse di sorpresa Binotto, portando parecchi sviluppi che rivoluzionarono il concept base della W10. Vedremo se quanto avvenuto nel 2019 sarà di lezione alla scuderia italiana.

https://twitter.com/ScuderiaFerrari/status/1205091892813336579

Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button