Formula 1Tecnica F1

Ferrari: il nuovo motore 2022-2024 è stato scelto

La Scuderia del Cavallino Rampante è pronta al futuro, con scelte importanti e tanto lavoro per migliorare le prestazioni

Mattia Binotto ha già fatto la sua scelta riguardo il tipo di motore per la Ferrari del 2022-2024: non sono ammessi errori

Il futuro è alle porte, ma sta a Ferrari riuscire ad aprirle. Perché si, quello che si aspettano dalla rossa di Maranello tifosi, appassionati ed addetti ai lavori è molto. E il team non può, non deve deludere (di nuovo) le aspettative. È notizia fresca quella della scelta di Scuderia Ferrari del nuovo motore per il 2022. Scelta che impatterà anche sulle stagioni future, visto il congelamento motori di inizio 2022 che proseguirà per tre anni. Non sono ammessi errori, e Mattia Binotto lo sa bene. 

A Maranello hanno lavorato, principalmente, a due soluzioni: una, definita “Superfast”, proposta dall’attuale responsabile dei progetti avanzati Wolf Zimmerman, ex dipendente di Mercedes. L’altra, più soft e conservativa, basata sull’attuale propulsore. E da quello che si sa, fonte Franco Nugnes (giornalista che conosce davvero a fondo Scuderia Ferrari), la scelta è già stata fatta: approvato il motore Superfast, ma in una variante che limita alcune soluzioni ritenute troppo estreme.

NUOVO MOTORE, NUOVA VITA

Quel poco che si sa del nuovo motore è che il turbo e il compressore ricalcheranno la tecnica adottata da Mercedes, ma con una disposizione che collocherebbe il turbo all’interno della cupola di aspirazione in modo che il propulsore sia il più basso e compatto possibile. Inoltre, i condotti di aspirazione sono stati studiati al meglio per creare una maggiore turbolenza nei cilindri che accelera la combustione della benzina.

Durante i prossimi sei mesi ci sarà ancora un enorme lavoro da fare: mettere a punto la base e ottenere le migliori prestazioni possibili in termini di potenza, erogazione, affidabilità e consumi. E serve fare tutto molto in fretta, perché le concorrenti Mercedes e Red Bull hanno già fatto la loro scelta molto tempo fa: lo stesso motore che usano quest’anno, ma con alcune evoluzioni.

Il motore c’è, quindi, per Ferrari. Ora la scuderia italiana dovrà lavorare al meglio per poter ottimizzare e rendere performanti tutti gli elementi che ha prodotto e su cui ha studiato. Il tutto, in ottica 2022: obiettivo maggiore per il team sarà risalire la china, e tornare al successo durante la prossima stagione motoristica. Cosa che, ad ora, forse è difficile immaginarsi. Difficile si, ma non affatto impossibile per una squadra che ha fatto la storia di questo meraviglioso sport. 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.