DichiarazioniFormula 1

Ferrari, Giovinazzi insoddisfatto dall’arrivo di Sainz

Il pilota italiano era convinto di poter essere il principale sostituto di Vettel per il 2021, dichiarandosi ancora in grado di sognare un futuro in rosso

L’alfista di Martina Franca ha ammesso tutta la sua delusione per l’ingaggio di Carlos Sainz da parte della Ferrari

Antonio Giovinazzi ha riconosciuto di non aver preso bene la scelta della Ferrari sul compagno di scuderia di Charles Leclerc, ricaduta su Sainz, in sostituzione di Sebastian Vettel a partire dal 2021. L’italiano credeva che a Maranello gli avrebbero dato l’opportunità, forte della convinzione che la Rossa non avrebbe scelto un pilota esterno. Giovinazzi, nonostante sia un pilota ufficiale dell’Alfa Romeo, è una riserva della Ferrari.

A questo punto, il pilota di Martina Franca crede che in Ferrari siano convinti che questo non fosse il momento giusto per promuoverlo. “È ovvio che non ho preso bene la decisione della Ferrari. Faccio ancora parte della squadra e pensavo di avere la possibilità di correre con loro nel 2021. Forse non è questo il momento giusto per me”, ha dichiarato Giovinazzi in un’intervista alla rivista Autosprint.

FERRARI, GIOVINAZZI E IL FUTURO NELLA ROSSA

Tuttavia, Giovinazzi è chiaro che la firma di Sainz non rovinerà il suo sogno di diventare, nel corso delle prossime stagioni, un pilota ufficiale Ferrari. Nonostante a Maranello abbiano acquisito due giovani talenti come Sainz e Leclerc, il pugliese crede ancora in una possibilità. Infatti, si è detto pronto a lavorare duramente nel 2021, in modo da guadagnare tutta la fiducia necessaria.

“Il fatto che abbiano scelto Sainz non significa che io non possa avere quel posto in futuro. Essere un pilota ufficiale Ferrari è sempre stato e sarà il mio sogno. Nessuno mi ha dato nulla nella mia carriera sportiva, ho sempre dovuto lottare duramente per conquistare e mantenere i miei sedili”, ha detto Giovinazzi in conclusione. Per il pilota dell’Alfa Romeo, quella del 2021 sarà la sua terza stagione nella Classe Regina. L’italiano farà nuovamente squadra con Kimi Raikkonen nel Biscione, scuderia che dovrà rialzare la testa – e la classifica – dopo il buio del 2020, campionato che ha segnato un netto arretramento rispetto all’annata precedente.

Amedeo Barbagallo

Catania, 2001. Studio Filosofia e curo un Blog. Collaboro con F1world. Sono l'autore del libro "I ragazzi che salvarono il mondo", Santelli Editore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.